stampa
Dimensione testo

Palermo, oltre ai platani rischiano di morire pure i pioppi

Gli alberi di viale Campania sono stati attaccati dall’Oidio, un parassita che prima fa seccare le foglie e poi soffoca le piante. L’unico rimedio contro questo fungo prevede trattamenti allo zolfo. Ma il Comune ha deciso di non intervenire: queste cure sono pericolose per la salute pubblica
Palermo, Archivio

PALERMO. Il «mal bianco», così lo chiamano gli esperti, torna a colpire. E dopo il caso dei platani di via Libertà, adesso anche i pioppi di viale Campania sono stati attaccati dall’Oidio: malattia delle piante, causata da un fungo, che fa seccare le foglie, le rende di colore bianco e mette a repentaglio la vita degli alberi.  Per combattere questo fungo, e quindi curare le piante infette, occorrerebbero dei trattamenti allo zolfo che, a quanto pare, sarebbero assai rischiosi per la salute dell’uomo, ed è proprio per questo che l’amministrazione comunale per il momento ha deciso di non intervenite. Lo farà solo in casi particolarmente gravi. Ma i cittadini che assistono di giorno in giorno all’ammalarsi delle piante, chiedono che vengano comunque curate, considerato che si tratta di alberi che abbelliscono da anni alcune delle principali boulevard palermitane. Di questo si è parlato ieri nel corso della trasmissione radiofonico - televisiva, Ditelo ad Rgs.
ALTRE NOTIZIE SUL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X