Mafia, Palermo ricorda Paolo Giaccone

Palermo, Archivio

PALERMO. L'11 agosto di 32 anni fa la mafia uccideva Paolo Giaccone, direttore dell'Istituto di Medicina legale del Policlinico di Palermo. Oggi è stato ricordato con una cerimonia nel luogo dell'omicidio al Policlinico alla presenza della figlia Milly Giaccone, del procuratore aggiunto Leonardo Agueci, di autorità politiche e militari. Giaccone, palermitano  era anche consulente della magistratura. Otto mesi prima dell'uccisione aveva ricevuto l'incarico di esaminare un'impronta digitale che un sicario aveva lasciato su una macchina durante la strage di Natale a Bagheria, in cui morì il boss Giovanni Di Peri. Giaccone aveva accertato che quell'impronta apparteneva proprio a uno dei killer, Pino Marchese. E per quella verifica il medico aveva ricevuto qualche avvertimento e la richiesta di cambiare il risultato della perizia. Giaccone si era rifiutato.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X