stampa
Dimensione testo

Archivio

Home Archivio Palermo, aggredita l'organizzatrice del Festino: assegnata la tutela

Palermo, aggredita l'organizzatrice del Festino: assegnata la tutela

PALERMO. Monica Maimone, l'imprenditrice incaricata di organizzare il Festino di Santa Rosalia, del prossimo 14 luglio, è stata aggredita e minacciata da due uomini, tre giorni fa, vicino al suo albergo di corso Vittorio Emanuele, a Palermo. L'episodio è stato tenuto riservato dalla polizia per motivi investigativi, ma oggi è trapelato. Alla donna, 69 anni, il Cosp, riunito d'urgenza il giorno dopo l'aggressione, ha assegnato una tutela. La vittima ha raccontato di essere stata avvicinata da due persone che le avrebbero detto di lasciare Palermo, poi l'avrebbero spinta e fatta cadere per terra. Il giorno dopo l'imprenditrice ha denunciato l'aggressione e ha riferito l'episodio al sindaco Leoluca Orlando e all'assessore alla Cultura Francesco Giambrone, che dopo la presentazione della denuncia hanno mantenuto il riserbo per non intralciare le indagini.
L'imprenditrice di Varese ha vinto la gara bandita dal comune con la società Mymoon, la cui proposta è stata ritenuta migliore dalla commissione aggiudicatrice rispetto a quella della "Terzo Millennio" di Andrea Peria, che ha annunciato ricorso, ma che commenta l'episodio: "Sono dispiaciuto perchè il disagio sociale non giustifica alcun tipo di illegalità, e i percorsi della Maimone e di Orlando sono comuni ai miei e, quindi, di legalità, attraverso il Tar che è un organo dello Stato". Monica Maiomone aveva già collaborato in passato col comune, organizzando tre edizioni del Festino di Santa Rosalia, dal 1995 al '97. L'imprenditrice non ha mostrato alcun disagio nemmeno durante la conferenza stampa di presentazione del Festino, nella sede della Curia arcivescovile. Attorno al Festino il clima è molto pesante.



SOLIDARIETA' DI ORLANDO. «Voglio ringraziare a nome di tutta la città il prefetto e il questore di Palermo, Francesca Cannizzo e Maria Rosaria Maiorino, per la loro immediata ed efficace risposta dopo l'aggressione subita tre giorni fa da Monica Maimone». Lo afferma il sindaco di Palermo Leoluca Orlando, che - si legge in una nota - «rompe così il riserbo dopo aver appreso che era trapelata e giunta alla stampa la notizia dell'aggressione di tre giorni fa alla titolare della ditta che ha vinto quest'anno l'appalto per la organizzazione del festino di Santa Rosalia». «L'auspicio è che vengano presto assicurati alla giustizia e perseguiti come meritano gli autori di quella vigliacca aggressione. A nome di tutta l'Amministrazione comunale e di tutti i palermitani, esprimo piena solidarietà a Monica Maimone, la quale sta continuando a dare il suo prezioso contributo per la migliore riuscita della più importante festa cittadina», continua Orlando, he preannuncia che «il Comune si costituirà parte civile una volta individuati i responsabili del gesto criminale», «un gesto di volgare mafiosità che mortifica la legalità e lo sviluppo nella nostra città». L'assessore alla Cultura Francesco Giambrone fa sue le parole di Orlando: «L'aggressione è tanto più assurda se si pensa come Monica Maimone sia riuscita a coinvolgere e a esaltare i talenti di Palermo, tant'è che ben il 98 per cento di chi sarà impegnato nel Festino è composto da nostri concittadini».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X