stampa
Dimensione testo

Palermo, incendiato il furgone dello chef Giunta: “Temo un nuovo calvario”

Palermo, Archivio

PALERMO. “Temo un nuovo calvario”. A dirlo è lo chef Natale Giunta dopo l’incendio che ha danneggiato il suo furgone a Palermo. Lo chef in passato ha denunciato i suoi estorsori. Sul suo profilo Facebook ha scritto: “Ieri sera prima di andare a dormire un mezzo mio in fiamme! Andiamo sempre avanti! Speriamo che sia accidentale”. E ora racconta con maggiori particolari quello che è successo: «Martedì sera, fuori dal porto, un camion della società Ng Service con i miei loghi sulle fiancate, intorno alle 23, ha preso fuoco. Mi ha avvisato la polizia che è intervenuta con una volante del commissariato Politeama. Mi sono recato lì e ho constatato che già la parte meccanica era bruciata e metà furgone era quasi sciolto. Come ho scritto a caldo sulla mia pagina di Fb, spero che sia accidentale, lo penso e me lo auguro, perché se no significherebbe ricominciare un calvario”. E continua: “Negli anni hanno già dato alle fiamme altri furgoni, e ci sono stati vari danneggiamenti nel mio ristorante poi, dopo il processo e le condanne, pensavo che la situazione si fosse tranquillizzata. Ed anche se vivo ancora sotto scorta mi sentivo meno in ansia, adesso però, se questo fosse un segnale significherebbe riaccendere una spia d’allarme che non può non preoccuparmi».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X