stampa
Dimensione testo

Analisi e commenti

Home Analisi e commenti Il direttore dell’Inps di Palermo: «Le visite mediche spettano all’Asp»
L'INTERVISTA

Il direttore dell’Inps di Palermo: «Le visite mediche spettano all’Asp»

di
Maria Sciarrino: «L’istituto di previdenza si limita a validare il verbale della commissione. Noi effettuiamo verifiche straordinarie sui beneficiari»

«La certificazione non è stata presentata all’Istituto di previdenza, che si è limitato invece a validare il verbale cartaceo dell’Azienda sanitaria». È la risposta del direttore regionale dell’Inps Sicilia, Maria Sciarrino, dopo il caso del falso cieco e invalido scoperto a Palermo, beneficiario di due trattamenti pensionistici, tra cui l’assegno di accompagnamento, a partire dal 2007 e dal 2010. Mentre sono almeno una decina casi simili di falsi invalidi scoperti dall’Inps nell'ultimo anno.


Quanti casi di falsi invalidi scovati possiamo contare nell'ultimo anno?
«Alcune decine sono i casi scoperti a seguito di indagini della polizia giudiziaria, con la quale l’Inps ha agito in sinergia per bloccare, a seguito di verifiche straordinarie, le prestazioni in godimento. Altrettanto numerosi sono, poi, i casi riguardanti beneficiari segnalati proprio dall’Istituto all’autorità giudiziaria. L’Inps svolge, quotidianamente, una importante e preziosa attività di supporto agli inquirenti».

L'INTERVISTA INTEGRALE NELLE PAGINE DEL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X