Mafia a Monreale, ecco chi è il "Nuovo Papa": le intercettazioni

Il “nuovo papa” è il boss Sergio Damiani, 48 anni, così come viene definito in alcune intercettazioni. La sua designazione è riemersa nel corso di un'intercettazione ambientale tra Alberto Bruscia e il cognato Lupo: "Nuovo Papa... nuovo Papa a chi mettono?... Non hanno nessuno, forse non lo hai capito. L'unico papa che poteva essere con loro sai chi era? Sergio!".

Sergio è nipote di Settimo Damiani, capo dell'organizzazione mafiosa monrealese prima dell'avvento dello storico boss Giuseppe Balsano. Sergio Damiani è attualmente detenuto per la condanna definitiva a 11 anni di reclusione per associazione mafiosa a seguito dell'arresto nell'ambito dell'operazione Nuovo Mandamento. Proprio lui  era stato già individuato quale reggente della cosca di Monreale non appena scarcerato.
Gli inquirenti hanno documentato richieste estorsive nei confronti di due imprenditori edili locali costretti a versare 2500 euro per ogni nuovo appartamento da loro realizzato.  Gli estorsori inoltre li avrebbero anche costretti ad affidare a ditte gradite al clan i lavori per la realizzazione degli impianti elettrici e idraulici negli immobili in costruzione.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X