Tante assenza nel Palermo, Tedino: con l'Entella sarà un flipper

PALERMO. Un’emergenza senza fine. Bruno Tedino, in vista del match di domani a Chiavari contro l’Entella, deve fare i conti con le numerose assenze. Alla lista si sono aggiunti anche Dawidowicz e Accardi.

Il tecnico rosanero in sala stampa parla di una rosa ormai ai minimi termini: “A Chiavari sarà un flipper: la palla rimbalza velocissima, l’Entella fa un calcio difficile da digerire e l’abitudine al sintetico li aiuta. Ma il volere diventa potere. Solo con una grande partita usciremo con un risultato positivo. Chi sarà il centrale tra Rajkovic e Struna? Quasi sempre Struna è stato al centro e Rajkovic a sinistra. Struna ha giocato molto intermedio per attaccare il portatore, ma non è una vera difficoltà scegliere. Valuteremo. 4 punti e agganciamo il Frosinone? No bisogna pensare partita per partita, se iniziamo a calcolare si rischia di accontentarsi e restare con le mani nel sacco, si rischia di fare voli pindarici che non fanno bene. Pensare ad una quota da raggiungere ci sta, intorno ai 75 punti; se non basteranno non si può chiedere di più”.

Tedino oggi parlerà con tutti i giocatori tornati dopo l’esperienza in nazionale: “Tutti i nazionali li vedo stasera, parlerò con loro per capire come stanno. Sono tutti importanti: ognuno ha possibilità di giocare e rendersi utile per questa squadra. Partita da non sbagliare? Abbiamo sempre fatto una partita alla volta e dobbiamo continuare così: ogni squadra avversaria ci vede come squadra importante e raddoppia le energie e le attenzioni; ne siamo orgogliosi. Bisogna sfruttare ancor di più certe qualità, ma non abbiamo avuto il “braccino”.

Ogni partita fa 3 punti: la disponibilità non deve mai mancare; l’Entella è molto organizzata. Parlo troppo degli avversari? Io studio bene e l’Entella dopo 2 vittorie sta sicuramente bene”.

© Riproduzione riservata

PERSONE:

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X