CARABINIERI

Palermo, sequestrati due impianti di demolizione auto abusivi

PALERMO. Carabinieri del centro anticrimine natura di Palermo con il supporto dei militari della compagnia Piazza Verdi, hanno sequestrato su decreto della procura di Palermo due aree di demolizioni auto non autorizzate in viale Regione Siciliana Nord Ovest e denunciato sei persone.

Nella prima area auto e furgoni venivano immediatamente smontati e venduti. Da qui il nome dell'operazione Pit Stop. Gli scarti delle demolizioni che non potevano essere rivenduti venivano smaltiti utilizzando circuiti non sempre legali. In questo impianto è stato accertato che venivano smontati anche mezzi rubati.

I gestori dell'impianto, cinque palermitani, B.A. 54 anni, O. M. 31 anni. A.A., 34 anni, G.C., 28 anni e A. L. 27 anni sono stati denunciati per associazione a delinquere finalizzata al riciclaggio di mezzi provenienti da furto e gestione illecita di rifiuti pericolosi e non. Erano sprovvisti di autorizzazione e operavano senza rispettare la normativa in materia ambientale. Nel corso dell'operazione i carabinieri hanno visto nei pressi dell'area sequestrata un secondo impianto di demolizione. Anche questo risultato senza autorizzazione. E' stato denunciato A.G. 49 anni per gestione illecita di rifiuti pericolosi e non. Sono in corso indagini per accertare la rete dei complici che operava nelle attività.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X