L'OMAGGIO ALLA PATRONA

La notte della Santuzza a Palermo
Corteo e spettacoli, parte il Festino

PALERMO. Ha preso il via il Festino dedicato alla Leggerezza, alla liberazione dall'oppressione e dai mali che attanagliano la città come la mafia, la disoccupazione, le difficoltà economiche, l'emergenza abitativa.

L'incipit a Palazzo Reale con lo spettacolo dal titolo  «Palermo è Rosalia, Rosalia è Palermo». Un’operina teatrale, definita "una favola in musica" che trae spunto dalla storia di Santa Rosalia, in cui cenni storici e testimonianze si intrecciano con la tradizione del “Cunto”, il tradizionale racconto popolare siciliano misto alla musica popolare. Lo spettacolo è in lingua siciliana, un siciliano senza tempo.

Alcune parti dello spettacolo vanno in scena invece sul piano della cattedrale, ai Quattro Canti e a Porta Felice, dove si concluderà la lunga sfilata con i tradizionali fuochi d'artificio. Installazioni, danze, scenografie volanti, effetti speciali.

La redazione di Gds.it è impegnata per tutta la sera in uno speciale con una serie di dirette live su Facebook.

CATTEDRALE

La prima tappa del corteo è, come da tradizione, la Cattedrale, con lo spettacolo delle fontane danzanti della compagnia Dominicìs. Lanci di petali, 13 acrobati sul trapezio e scenografie volanti animeranno la coreografia.

 

QUATTRO CANTI

Ai Quattro canti l'omaggio floreale del sindaco alla giovane Roberta Azzarone che sul carro impersonerà Santa Rosalia. Il sindaco sul carro dirà la tradizionale W Palermo e Santa Rosalia. Immancabile l'appuntamento con la gastronomia e lo street food palermitano, altro protagonista del Festino dedicato alla Santuzza di Palermo.

 

IL CARRO

L’ ideazione del Carro e della Scultura per il 393° festino di Santa Rosalia nasce da tre artisti, docenti dell’indirizzo scenografia del liceo artistico Catalano, Andrea Buglisi, Rosalia La Grutta e Franco Reina, che hanno voluto coinvolgere pienamente la scuola ed i giovani in formazione nella realizzazione del loro progetto, selezionato dal Comune di Palermo per il 393° Festino. Il simbolo di un vascello luminoso tra le onde. La statua della Santuzza, altra 2 metri e 70 centimetri, è stata svelata poco prima delle 21.

 

DIVIETI – INFO VIABILITA'

Il carro trionfale di Santa Rosalia muoverà da piazza Vittoria e percorrerà tutto il Cassaro per arrivare al Foro Italico. E a partire dalle 17 una vasta area del centro, come ogni anno, è stata chiusa al traffico e nove linee di bus dell’Amat hanno cambiato il percorso: 101, 102, 103, 107, 224, 231, Navetta Centro Storico, N11 e N21. Quattrocento gli agenti della polizia municipale impegnati per la manifestazione dalla mattina sino a notte fonda.

 

BARRIERE IN CEMENTO ANTITERRORISMO

Collocate le barriere in cemento anti-terrorismo nelle strade adiacenti al percorso del carro per rendere sicura la sfilata. I blocchi installati a Porta Nuova, in via Maqueda, via Roma, ma anche alla Cala e al Foro Italico. I divieti sono scattati alle 17 e dureranno sino alle tre di notte. Queste le strade chiuse: entrambe le carreggiate di via Cala, il Foro Italico, corso Vittorio Emanuele, via Maqueda, via Roma (dalla stazione sino a via Cavour), via Lincoln (dal Foro Italico a corso dei Mille), piazza Vittoria, piazzetta Santo Spirito, via Torremuzza, via del Bastione (fra via Cadorna e piazza Vittoria).

 

POSTAZIONI DI PRONTO SOCCORSO

Sette le postazioni di pronto soccorso in funzione durante la sfilata trionfale di giovedì. Le postazioni saranno in piazza Vittoria, via Bonello (di fronte alla Curia), piazza Bologni, via Cala, Foro Italico nei pressi di via Lincoln, via dei Cartari e piazzetta Santo Spirito.

 

DOMANI 

Sabato è il giorno della festa religiosa, per ricordare il ritrovamento delle ossa di Santa Rosalia. Alle 11 il pontificale dell’arcivescovo, monsignor Lorefice, in Cattedrale. Alle 19, il via alla solenne processione cittadina dell’urna argentea che contiene le reliquie della patrona di Palermo. Un lungo corteo di canti e preghiere, fino a piazza Marina, dove sarà accolto dal coro delle voci bianche del conservatorio Vincenzo Bellini, diretto dal maestro Antonio Sottile. Sul palco, Lorefice pronuncerà il discorso alla città. Poi la processione farà rientro in Cattedrale, dove ci sarà uno spettacolo di giochi d’artificio.

E domani a partire dalle 19 scatteranno di nuovo divieti di transito sino alle 22.30. In particolare sarà vietata la circolazione in corso Vittorio Emanuele, via Maqueda, via Roma, discesa dei Giovenchi, piazza Sant’Onofrio, via Panneria, piazza Monte di Pietà, via Judica, via Gioiamia e via Bonello. Piazza Marina sarà chiusa dalle 15 a mezzanotte. Previsti pure divieti di sosta: dalle 7 alle 24 non si potrà posteggiare in piazza Marina fra corso Vittorio Emanuele e via Lungarini.

 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X