MIGRANTI

Niente festa per il Ramadan, minori protestano a Casteldaccia

di

CASTELDACCIA. Disordini questa mattina in una comunità che ospita trenta minori extracomunitari non accompagnati a Casteldaccia. I ragazzi hanno lanciato oggetti dalle finestre, la protesta è scattata perché non sarebbero stati autorizzati dalla struttura a festeggiare l'ultimo giorno del Ramadan.

Così sono voltate, sedie, indumenti e panche. I responsabili della comunità hanno allertato polizia e carabinieri che hanno impiegato una buona mezz’ora per sedare gli animi. Molti degli ospiti della comunità sono musulmani e avevano fatto richiesta di partecipare al raduno al Foro Italico di Palermo ma sembra che non fosse disponibile un mezzo per accompagnarli.

Oggi infatti migliaia di fedeli si sono radunati sul prato del Foro Italico per la tradizionale preghiera di chiusura del Ramadan. Il momento di preghiera comunitaria segna la conclusione del mese sacro per gli islamici.

"La protesta adesso è rientrata - spiega il sindaco di Casteldaccia Fabio Spatafora - i locali dove si trova la comunità alloggio un tempo erano sede di uffici Comunali. Adesso i proprietari li hanno affittati alla Comunità che accoglie i giovani migranti. So che situazioni simili di protesta si sarebbero ripetute anche in altri centri a Palermo".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X