Benigno risponde a Ferrandelli dopo l'esclusione: "Ha avuto paura di me"

PALERMO. Francesco Benigno risponde a Fabrizio Ferrandelli con un video condiviso sulla pagina Facebook.

"Non sono un politico - dice - e non ho avuto modo di studiare. Eppure penso che per guidare un popolo non servano grandi studi, o grandi parole. Servono invece grande onestà, e grande volontà. Io ce l'avrei messa tutta. Probabilmente chi è vicino a Ferrandelli ha avuto paura di me, e dei voti che sarei riuscito a conquistare".

"Eppure - continua - l'unica cosa da fare al momento è azzerare la distanza fra i cittadini e il Comune. Serve qualcuno in grado di fare da ponte. Non capisco perchè Ferrandelli mi abbia attacco invece di difendermi. Forse non ha gradito i grandi consensi che ho ricevuto".

Nei giorni scorsi, l'attore palermitano aveva annunciato la sua corsa a consigliere comunale, con una delle liste a sostegno di Fabrizio Ferrandelli, Eppure, è stato fermato dallo stesso candidato sindaco di Palermo.

Una scelta dovuta alla reazione avuta da Benigno alle critiche ricevute. "Chi fa politica ha il dovere della calma, dell'adeguatezza della risposta e del rispetto del ruolo che intende coprire", aveva detto Ferrandelli che è rimasto deluso dal comportamento dell'attore quando è stato attaccato da "critiche gratuite e pretestuosi".

La motivazione della decisione di Ferrandelli si trova anche in un commento pubblicato sulla sua pagina Facebook in cui ha scritto:

"Ho raccolto con simpatia la voglia di Francesco Benigno di partecipare al progetto e di metterci la faccia, proprio perché lui rappresenta una parte di Palermo che mi sta particolarmente a cuore. Quella dei quartieri popolari della città, dove più forte è il disagio e l’emarginazione che nega all'individuo la possibilità e l'opportunità di esprimersi".

© Riproduzione riservata

Correlati