Alla Biennale il "Vangelo" di Sieni e Cuticchio coinvolge Palermo - Foto

PALERMO. Il penultimo dei Colloquia previsti all’interno della Biennale Arcipelago Mediterraneo, è dedicato al Teatro di Figura come espressione teatrale comune sull’intero arco del Mare Nostrum.

Artisti e teatranti nel Mediterraneo parlano una lingua comune, dividono favole e racconti, recuperano personaggi. Domani (8 marzo) alle 17 al Museo internazionale delle marionette Antonio Pasqualino, per Arcipelago Morgana si confronteranno operatori dalla Tunisia, dal Marocco, dall’Algeria, da Israele a dalla Turchia, artisti del teatro di figura che, attraverso la creazione di festival e compagnie, hanno sostenuto lo scambio nell’area del Mediterraneo, messe in rete grazie a Unima - Union International de la Marionette, partner Unesco.

Parleranno Aldo De Martino, Presidente Unima Italia; Albert Bagno, Presidente Commissione Unima Middle East& North Africa; Rachid Amahjour, direttore Festival Douma Tanja (Marocco); Cengiz Ozek, Direttore del Kukla Festivali - (Turchia); Mohamed Zourgui, Marionettista e Presidente Centro Unima Algeria; Habiba Jendoubi, burattinaia e produttrice di teatro di figura, cofondatrice del Centro Unima Tunisia; Modera Rosario Perricone, direttore del Museo Pasqualino.

Seconda tappa del progetto che accomuna il lavoro sull’Arte del gesto di Virgilio Sieni e l’Opera dei Pupi di Mimmo Cuticchio

“Palermo_Arte del Gesto nel Mediterraneo. Accademia sui linguaggi del corpo e l’opera dei pupi” è un progetto di Virgilio Sieni in collaborazione con Mimmo Cuticchio. Il primo incontro, quasi un’anteprima, è avvenuto lo scorso 22 dicembre, una serata unica al Real Teatro Santa Cecilia. Ora si srotola il secondo capitolo dell’intero progetto che si concluderà nel 2018: l’idea è quella di sviluppare nel cuore storico della città, un percorso inedito attraverso il quale i cittadini e gli artisti diventano protagonisti di un “luogo” che riflette sui linguaggi del corpo e l’opera dei pupi. Lo scopo è creare un dialogo forte tra il senso della comunità e il gesto poetico.  La relazione tra danza e opera dei pupi è un primo modello inedito, unico al mondo, che guarda alla trasfigurazione dell’uomo e alla natura del gesto. Il progetto coinvolge cittadini di tutte le età e provenienze, soli, a coppie, artisti, semplici persone, che nelle scorse settimane hanno risposto all’appello di Sieni e Cuticchio, per partecipare alle performance, scoprendo così luoghi e ambiti della città. Per costruire insieme una Comunità del gesto che abita e convive nei territori.

Per il ciclo “Mediterraneo Australis”, musiche, canti e riti dal Mediterraneo, curato da Lelio Giannetto all’interno della Biennale, domani (8 marzo) alle 21 concerto di musiche e canti popolari in siciliano e senegalese. “Vacanti sugnu china” con Matilde Politi/Compagnia Bella & Doudou Diouf. Il progetto di Matilde Politi sviluppa, nel solco della ricerca originaria del suono della tradizione, soluzioni originali attraverso un percorso artistico d’impronta fortemente antropologica. La sua ricerca sul campo e il recupero dei canti della tradizione siciliana come degli altri paesi del Mediterraneo, avviene attraverso un diretto contatto con i depositari di queste conoscenza orale.

Sul palco, Gabriele Politi a violino, viola, mandolino, oud; Simona Di Gregorio, voce, organetto, tamburello, marranzano; Lelio Giannetto al contrabbasso, oltre al musicista senegalese Doudou Diouf, cantante e polistrumentista depositario della tradizione Griot tra Mali, Senegal, Costa d’Avorio, Burkina Faso. Ingresso libero.

 

Dall'8 al 10 marzo | Virgilio Sieni  & Mimmo Cuticchio

MERCOLEDÌ 8 e GIOVEDÌ 9 MARZO

NASCITA, PIETA’, VISITAZIONE, ORLANDO, MORTE E RESURREZIONE

ore 18.30 / 19.30  - Oratorio San Lorenzo, via Immacolatella 5

NASCITA - con la partecipazione di cittadini

 

Ore 19.15 / 20.15

DITTA SALVATORE PARLATO TESSUTI, piazza Croce dei Vespri, 8

PIETA - con la partecipazione di coppie di madri e figli

 

Ore 20 / 21

MUSEO ABATELLIS, via Alloro 4

VISITAZIONE - con la partecipazione di danzatori e performer

 

Ore 21.45

PALAZZO FORCELLA DE SETA (piazza Kalsa)

ORLANDO, MORTE E RESURREZIONE 

Con Mimmo Cuticchio, Nino e Giacomo Cuticchio, Tania Giordano

 

VENERDÌ 10 MARZO

Ore 21 / replica ore 22

ORATORIO SAN MERCURIO, cortile San Giovanni degli Eremiti, 2

 

 

 

 

© Riproduzione riservata