L'APPUNTAMENTO

Polemiche per l'allattamento in pubblico, flash mob a Palermo

PALERMO. Discriminate solo perché allattavano in luogo pubblico. E' per questo motivo che un gruppo di mamme ha detto "basta" e, riunendosi in un comitato informale che abbraccia tutta l'Italia, ha deciso di chiedere una risposta da parte delle istituzioni.

A fare scattare la "molla" è stata la storia di Raffaella Sottile che, con la sua testimonianza, ha permesso di far emergere in breve tempo tanti altri racconti di mamme che avevano subito offese, ingiurie ed allontanamenti dai luoghi pubblici per il solo fatto di aver allattato i propri bambini.

Per questo motivo Raffaella ha lanciato la petizione on-line che in pochi giorni ha raggiunto circa 35 mila firme (https://www.change.org/p/governo-italiano-allattamento-è-ovunque-lo-desideri).

Così queste mamme, in collaborazione con il MAMI-Movimento Allattamento Materno Italiano, hanno dato il via alla giornata di flash mob che domani dalle 11 alle 17 unirà circa 50 città italiane che organizzeranno in contemporanea nazionale i diversi sit-in di mamme che allattano.

Il flash mob si terrà anche a Palermo ed è aperto a tutti. L'unica regola è indossare qualcosa di bianco e radunarsi alle 17 a Piazza Pretoria per manifestare a fianco delle madri. All'iniziativa hanno aderito numerose associazioni palermitane:

Inoltre alle 17.30 a seguire il flash mob, la Presidenza del Consiglio Comunale di Palermo inaugurerà a Palazzo delle Aquile la prima delle 10 postazioni per l’allattamento materno, che saranno attivate anche a Villa Niscemi e nelle 8 sedi delle Circoscrizioni comunali, con lo slogan “Qui la mamma che allatta è benvenuta”.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X