PALLANUOTO

Nulla da fare per il team Addaura, il Telimar cade a Salerno per 16-10

campionato pallanuoto, telimar, Palermo, Sport
La squadra del Telimar

PALERMO. Nulla da fare per il team dell'Addaura nella settima giornata del Campionato Nazionale di Pallanuoto di Serie A2 Sud. La Piscina Simone Vitale di Salerno si conferma terreno ostico per i palermitani del TeLiMar, battuti dalla TGroup Arechi per 16-10. La determinazione dei ragazzi palermitani ha potuto fare poco contro un Luongo trascinatore e autore di ben sette reti.

Il match si apre con le reti del Capitano TeLiMar Di Patti e di Giliberti, che portano gli ospiti sullo 0-2, ma la risposta dei padroni di casa non si fa attendere: i salernitani, prima con Baldi ed Esposito entrambi in superiorità, poi con una doppietta di Luongo, chiudono il primo parziale sul 4-0.

In avvio del secondo tempo, l’Arechi allunga con Luongo su uomo in più e con Lobov per il 6-2. Botta e risposta tra le due formazioni: Galioto in superiorità numerica per il 6-3, poi Giordano per il 7-3, Giliberti su uomo in più porta il TeLiMar sul 7- 4, ma le reti di Massa in superiorità e di Luongo, permettono ai campani di mantenere le distanze. Il tempo si chiude con il goal di Geloso per il 9-5.

Nella seconda metà della partita, l’Arechi continua ad allungare, con Luongo su uomo in più, per il 10-5. Pesenti tiene vive le speranze del club palermitano, segnando il goal del 10-6. De Rosa in superiorità porta i padroni di casa sull’11-6, ma è di nuovo Pesenti a trascinare i suoi, portando il TeLiMar sull’11-7. Il parziale si chiude, però, sul 12-7, per il solito Luongo.

L’ultimo quarto di gioco vede l’Arechi allungare ulteriormente il proprio vantaggio con baldi in superiorità numerica, per il 13-7. È tempo della reazione del sette allenato da Schimmenti, che va a segno con Giliberti e due volte con Galioto, di cui la prima su rigore, per il 13-10. La fase finale dell’incontro, però, è tutta a vantaggio dell’Arechi che non spreca un’occasione e sfrutta l’uomo in più con Massa e va ancora a rete con Baldi.

A 12” dalla sirena Luongo firma il suo settimo sigillo per il definitivo 16-10. subito con Luongo in superiorità, poi con Baldi a 7’06 e con Massa su uomo in più a 5’54 per il 15-7. Da registrare le espulsioni per limite di falli di Esposito (Arechi) nel terzo tempo, e Di Patti e Giliberti (TeLiMar) nel quarto.

"Abbiamo giocato con grande cuore contro un Arechi micidiale in fase offensiva, che ha disputato una partita veramente perfetta - ha commentato Marcello Giliberti, Presidente TeLiMar - Gioco molto dinamico ed anche tonico, con noi imprecisi in alcune conclusioni sulle quali i salernitani ci hanno poi punito puntualmente. Una partita di questo livello senza il nostro bomber Lo Cascio, fuori per squalifica, non la potevamo vincere. Risultato finale a parte, abbiamo giocato sullo stesso livello dell'Arechi, non mollando mai sino alla fine. Un meritato bravo ai miei ragazzi.”

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X