LAVORO

Cantiere sul passante ferroviario, annunciati 200 licenziamenti

PALERMO. La Sis ha annunciato alle organizzazioni sindacali e alle Rfi il licenziamento di 200 lavoratori attualmente impegnati al cantiere del passante ferroviario.

"Se questa intenzione venisse messa in atto, significherebbe la chiusura del cantiere del passante ferroviario, che vede impegnato in questo momento 270 operai - dicono Ignazio Baudo, Dino Cirivello e Francesco Piastra, segretari provinciali di Feneal Uil, Filca Cisl e Fillea Cgil Palermo -. Come organizzazioni sindacali ci opponiamo a questi licenziamenti perché non hanno rispondenza con gli attuali carichi di lavoro: il lavoro c'è, l'opera per essere definita ha bisogno di questi lavoratori, sono in numero congruo rispetto allo stato di avanzamento dell'opera. Se l'azienda licenzia 200 lavoratori, significa chiudere il cantiere. Lasciare l'opera incompleta sarebbe un disastro per la città".

I sindacati degli edili hanno deciso di investire nuovamente della questione il ministro alle Infrastrutture Del Rio. Una situazione analoga si era creata a ottobre, con l'annuncio sempre di 200 licenziamenti da parte della Sis. Poi, dopo la presa di posizione del ministro, e gli incontri in Prefettura, l'azienda aveva soprasseduto e non aveva avviato più la procedura di licenziamento.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X