Maltempo, la neve imbianca il Palermitano: le foto da Tremonzelli

ROMA. Gelo, vento e neve: weekend da brividi nelle regioni del centro-sud.

Anche oggi a Palermo imperversano vento e temperature rigide. In queste foto, ecco la neve sulle montagne immortalate nella zona di Tremonzelli.

Isolate le Eolie. Ieri, aliscafi e traghetti sono rimasti ormeggiati nei porti a causa del mare forza 6-7 e del vento con raffiche che hanno sfiorato i 60 km/h. A Stromboli innevata la cima del vulcano.

Critica la situazione anche in Molise dove - oltre alla neve - le temperature sono precipitate di una decina di gradi.

Sono tantissimi i sindaci che hanno disposto lo stop alle lezioni: scuole chiuse in almeno 60 comuni (su 136) compreso il capoluogo Campobasso. Lezioni sospese pure all'Università. L'ondata di gelo crea particolare preoccupazione tra i cittadini perchè coincide con lo sciame sismico che da giorni sta interessando la zona.

Scuole chiuse oggi a causa del maltempo anche a Benevento e in altri centri della provincia così come a Matera, in Basilicata, dove le abbondanti nevicate hanno costretto a cancellare tutte le gare dei campionati di calcio dilettanti. L'ondata di maltempo ha investito gran parte della Calabria. In Sila la colonnina di mercurio ha raggiunto i -8 gradi e a Camigliatello, una delle principali località sciistiche della Sila, la neve è arrivata a 15 centimetri.

Imbiancate cime anche a quote più basse, così come l'Aspromonte.

Una leggera coltre di neve copre dalla notte scorsa i tetti delle case e i terreni in alcune zone del Gargano, della Murgia e dell'entroterra barese. Le temperature in alcuni comuni sono calate sensibilmente, raggiungendo zero gradi. I sindaci di Bitonto e di Altamura (Bari) hanno disposto per oggi la chiusura delle scuole.

Temperature a picco e neve in tutto l'Abruzzo, anche sulla costa, con le città di mare che, da Pescara a Giulianova (Teramo), da Ortona a Vasto (Chieti), ieri si sono svegliate imbiancate. Nelle aree interne alcuni sindaci hanno firmato ordinanze di chiusura delle scuole. Lungo l'autostrada A/14, per diverse ore, sono rimasti chiusi tutti i caselli abruzzesi a causa della presenza di neve sul manto stradale nella zona Sud del Chietino. Temperature fino a -14, bufera con raffiche di vento a 140 chilometri orari e impianti chiusi a Campo Imperatore, sul Gran Sasso.

Nelle Marche, la neve è caduta anche lungo la costa, sull'autostrada A14 nel tratto tra Cattolica e Fano, senza tuttavia creare disagi alla circolazione. Strade libere nelle zone interne, anche se un incidente avvenuto tra due autovetture a Smirra di Cagli (Pesaro Urbino) potrebbe essere stato causato dal ghiaccio. Nel corso della giornata di ieri la nevicata si è spostata gradatamente verso sud imbiancando le colline intorno ad Ancona. La provincia meno toccata dall'ondata di maltempo sembra al momento quella di Ascoli Piceno.

Prima neve su alcune zone dell'Umbria, in particolare quelle appenniniche: una leggera precipitazione ha interessato nel primo pomeriggio di ieri il valico di Colfiorito, quello della Somma, la Valnerina e Forche Canapine.

Nevischio segnalato in diverse zone della Capitale, dall'Olgiata a Nord a San Giovanni dalla parte opposta della città. Qualche fiocco è caduto anche sulla zona della Nomentana e a Fiumicino.

Il clima rigido persisterà ancora. Poi i meteorologi prevedono un graduale rialzo delle temperature che nel fine settimana dovrebbero tornare al di sopra della norma grazie all'arrivo dell'anticiclone delle Azzorre.

© Riproduzione riservata

TAG: ,

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X