COSA NOSTRA

Arresti a Palermo, il legale intercettato svela in diretta: «Faccio affari col boss da più di 10 anni»

di

PALERMO. Da supplente nella cattedra universitaria che fu di Piersanti Mattarella ad avvocato-consigliori. Così gli inquirenti descrivono la parabola dell’avvocato Marcello Marcatajo, brillante professionista, per tanti anni legale dell’Enel, fino a quando decise di fare una scelta di campo precisa.

Non più dalla parte della legge e dei codici, ma da quella dei boss. Una decisione ponderata, sostiene la procura, e assolutamente libera e consapevole. Sapeva a che rischi andava in contro e quale era la posta in palio. Da una parte c’erano due pericoli: lo Stato e gli stessi mafiosi.

Dalle carte dell’inchiesta si evince con chiarezza la paura del legale di essere arrestato, soprattutto dopo il pentimento di Vito Galatolo e la diffusione delle sue dichiarazioni a proposito degli affari immobiliari della cosca dell’Acquasanta. Ma l’altro spettro sono i mafiosi stessi, Marcatajo sa benissimo con chi ha a che fare. I Graziano non sono gente tenera e quando parlano è bene non contraddirli.

E dunque giorno dopo giorno aumenta il suo affanno. Teme il carcere, ma dalle registrazioni si capisce che non può più tirarsi indietro. L’affare dei box finanziato dai Graziano, e dunque anche dai Galatolo, è già stato concluso così come la lottizzazione di via Miseno a Mondello. E l’avvocato ha paura.

Ecco cosa registrano le microspie nel suo studio di via Enrico Albanese «"S" parla di....un avvocato...», «chi? ora vediamo...oggi?...», «no, quello su Galatolo», «a trecento metri dalla...il quale avrebbe detto... uno ... studio .. famosa via Libertà, Galatolo...si è prestato...a comprare appartamenti... per...per riciclare e dare a loro i soldi». Il professionista, sostiene l’accusa, si riconosce perfettamente nella descrizione fatta da Galatolo, che non lo conosceva personalmente, ma sapeva che l’avvocato a disposizione della famiglia aveva uno studio a 300 metri di distanza dal suo appartamento di via Libertà. Proprio come Marcatajo.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA IL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X