VERDE

Palermo, Villa Costa tra abbandono e rifiuti

cumuli di foglie secche con cartacce, bottiglie di vetro e di plastica, sacchetti, gettati nei prati, il terrazzo sopra il caffè letterario con l'acqua della fontana putrida. Queste le condizioni in cui versa l'area verde tra viale Lazio e viale Campania

PALERMO. Rifiuti, cumuli di foglie secche  con cartacce, bottiglie di vetro e di plastica, sacchetti,  gettati nei prati, il terrazzo sopra il caffè letterario con l'acqua della fontana putrida e rifiuti sparsi ovunque. Così oggi, ma anche nei giorni scorsi, si presentava villa «Gaetano Costa», a Palermo, il giardino pubblico più volte al centro di polemiche per la gestione dei privati, alle famiglie con bambini e ai tanti visitatori che guardavano allibiti i prati coperti da rami di palma secchi, il cestino portarifiuti di ghisa cui è stato divelto il coperchio un altro cestino di plastica gettato nel prato, foglie e fusti di banano per terra e soprattutto un'area dietro l'immobile che ospita il ristorante-biblioteca piena di materiale di legno e ferro pericoloso soprattutto per i bambini.

Molti cittadini stamane commentavano un pò arrabbiati lo spettacolo dello spazio verde tra viale Lazio e viale Campania molto frequentato da studenti, proprietari di cani, mamme con bimbi. «La parte dietro l'entrata del ristorante sembra una discarica - dice una donna con due figli - un posto tenuto così è infrequentabile. Ed è anche pericoloso: i rami di palma secchi e appuntiti possono causare ferite. Ci sono cumuli di foglie alti decine di centimetri che possono nascondere vetri rotti o altre cose pericolose perchè non li rimuovono?».

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X