Croupier, inglesi assumono corsisti di Palermo e Catania

Catania, Palermo, Cronaca

PALERMO. Dall’Inghilterra a Palermo per assumere 30 croupier. Jymmy Howard, manager di una delle più grosse compagnie nel settore sale da gioco del Regno Unito, venerdì 14 settembre sbarcherà con i suoi collaboratori in Sicilia da Reading per reclutare il personale dei casinò della sua società. Howard selezionerà una trentina di corsisti formati dalla scuola Croupiers Courses International di Palermo  e delle succursali di Catania e Napoli per assumerli in uno dei 44 casinò gestiti da “Genting group”,  una delle più importanti compagnie nel settore dei giochi del Regno Unito.
Il manager esaminerà i corsisti anche sabato 15 per saggiare il loro inglese e le loro attitudini a gestire tavoli da black jack e roulette.
Palermo si conferma quindi la fabbrica dei croupier dei casinò del Regno Unito. Sono un migliaio circa i giovani al lavoro tra fiches e roulette di Londra, Manchester, Liverpool, Bristol, Cardiff e di tante altre città d’Oltreoceano formati  dalla scuola per croupier di via Roma, diretta da Christine Chilton
Richiamati dalla fama dei corsi siciliani, i dirigenti dei più importanti casinò d’Oltremanica  periodicante sbarcano a Palermo per reclutare il personale per le loro sale giochi. Prima di Howard era sbarcato a Palermo, Scott Kincaid, dirigente dei Gala Casinos di Edimburgo, piombato in Sicilia a fine luglio per assoldare quattro dealers.
“Quella della signora Chilton (la titolare, ndr) è la migliore scuola d’Europa”, ha commentato Kincaid.  “E' conosciutissima in Gran Bretagna. Qui si lavora tantissimo e bene, e pertanto i risultati non possono che essere ottimi. In passato abbiamo già arruolato ragazzi provenienti da Palermo e altri ne arruoleremo in futuro”. “Molta gente è  restia ad iscriversi ai corsi”,  dice Vincenzo Di Stefano, 23 anni di Porto Palo,  un fresco croupier uscito dalla scuola Chilton e assunto a fine luglio da un casinò di Bristol. “Pensa che dopo ci sarà da penare per trovare un’occupazione. I fatti dimostrano invece il contrario. Chi è ammesso ai corsi ha un posto di lavoro assicurato”.
A raffreddare gli entusiami degli aspiranti croupier contribusce anche la retta del corso di circa 3000 euro, una cifra neanche esagerata se si pensa che l’approdo nel mondo degli occupati è certo.
“Della somma - dice la signora Chilton - si rientra dopo i primissimi stipendi. E poi la cifra è rateizzabile, grazie alla convenzione con una finanziaria”.
Per presentare la propria candidatura ai corsi occorre inviare un curriculum vitae con foto a: direzione@scuolacroupier.it indicando il codice 2012. I requisiti sono: età compresa tra i 18 e i 35 anni, non avere precedenti penali e tatuaggi in vista.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook