stampa
Dimensione testo

Società

Home Video Società Morta per overdose a Palermo, una pietra a Ballarò ricorda Noemi Ocello

Morta per overdose a Palermo, una pietra a Ballarò ricorda Noemi Ocello

Morta a 32 anni per overdose nel cuore del centro storico di Palermo. Oggi la città ha ricordato Noemi Ocello, la giovane donna che esattamente un anno fa, il 5 dicembre del 2020, morì stroncata da una dose di droga.

Il sindaco Leoluca Orlando ha lanciato l'iniziativa che prevede la posa di una pietra in sua memoria in piazzetta Lucrezia Brunaccini, a Ballarò.

La storia di Noemi, rimasta nell'ombra finché lei era in vita, è stata resa nota dal libro inchiesta "Noemi Crack Bang" di Victor Matteucci e Gilda Sciortino, un volume che racconta le vicissitudini di una donna, la cui vita è stata costellata di tentativi di suicidio, atti di autolesionismo, disturbi psichiatrici, vittima di conflitti relazionali e di un disamore continuo. Una donna che ha attraversato tutte le istituzioni e i servizi dedicati agli emarginati: cliniche psichiatriche, case famiglia, dormitori e che ha consumato gli ultimi anni della sua vita per strada, dormendo tra i vicoli di Ballarò e le fabbriche abbandonate allo Sperone.

"La posa di questa pietra - ha proseguito Orlando - servirà a ricordare che tutti dobbiamo impegnarci quotidianamente per evitare questa strage di invisibili in una città nella quale l'impegno contro la mafia non dev'essere scollegato dalla morte di tanti giovani a causa delle sostanze stupefacenti. La droga è un mercato di morte e dobbiamo chiederci cosa fare per capire come prevenire tutto ciò. Un problema che non può essere confinato solo nell'alveo di una patologia clinica. Per questo, insieme all'assessora alle Cinzia Mantegna, abbiamo avviato una riflessione con i servizi per ripensare un modello di assistenza sociale e culturale che metta al centro l'essere umano. Chiederemo all'Asp la ripresa di quei servizi fondamentali sul territorio, come il camper delle 'dipendenze patologiche' sospeso a causa della pandemia".

La pietra recita: "Qui visse gli ultimi anni della sua vita Noemi Ocello, nata il 20.09.1988 a Baida, morta il 5 dicembre 2020 in vicolo Discesa delle Capre di solitudine e di indifferenza".

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X