stampa
Dimensione testo

Società

Home Video Società Padre e figlia divisi dalla distanza e dai soldi, a "C'è posta per te" la storia di due palermitani

Padre e figlia divisi dalla distanza e dai soldi, a "C'è posta per te" la storia di due palermitani

A "C'è posta per te" arriva la storia di Massimiliano e Alessia, un padre e una figlia di Palermo che si sono rivisti al cospetto di Maria De Filippi nel tentativo di recuperare il rapporto.

Tutto comincia quando Massimiliano si separa dalla moglie, e madre di Alessia, per cambiare città, lavoro e... donna. Al Nord infatti Massimiliano si crea una nuova famiglia, tanto che diventa di nuovo padre di una bambina.

I rapporti di Massimiliano con Alessia e sua madre si mantengono comunque buoni anche se "ostacolati" dalle difficoltà economiche del padre che, arrivando a stento a fine mese, non riesce a garantire economicamente Alessia.

La ragazza infatti inizia a darsi da fare, cercando lavoro anche durante il periodo della scuola. Quando compie 18 anni, invita il padre alla festa. Un invito che Massimiliano non può accettare perchè non ha i soldi per tornare a Palermo. Tuttavia, l'ex moglie paga il biglietto a Massimiliano per permettergli di essere presente alla festa della figlia.

Quando poi Alessia chiede i soldi al padre per la patente, Massimiliano non può soddisfare la richiesta della figlia. Stessa cosa quando Alessia vuole comprarsi una macchina.

Massimiliano nonostante prometta alla figlia di garantirle un certo tenore di vita, Alessia resta puntualmente delusa. Ecco che da 3 anni, padre e figlia non si vedono, nonostante si sentano per telefono e riescano a mantenere dei buoni rapporti.

Ieri Massimiliano ha dunque invitato la figlia a C'è posta per te, nel tentativo di recuperare il rapporto con Alessia, dedicandole dolci parole: "Lo sai quanto ti amo, - ha detto Massimiliano in trasmissione - sei la mia vita, la mia principessa e lo sarai per sempre”.

Dopo qualche titubanza, Alessia ha voluto aprire la busta, riabbracciando il padre.

© Riproduzione riservata

PERSONE:

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X