stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Video Cronaca Palermo, stop al transito in strade affollate e no a bottiglie di vetro. Orlando: evitiamo altre chiusure

Palermo, stop al transito in strade affollate e no a bottiglie di vetro. Orlando: evitiamo altre chiusure

Stop la transito pedonale e veicolare in alcune strade di Palermo affollate e divieto di somministrazione e vendita di bevande in bottiglie di vetro. Sono le nuove ordinanze adottate dal sindaco, Leoluca Orlando.

Stop alla vendita di bevande in bottiglia di vetro

Con l’Ordinanza 130, il sindaco ordina che, sull’intero territorio comunale dal 1° agosto e fino al 26 settembre compreso e nei giorni 1, 6, 7, 8, 13, 14, 15, 20, 21, 22, 27, 28, 29 agosto e 3, 4, 5, 10, 11, 12, 17, 18, 19, 24, 25, 26 settembre 2021, dalle ore 20 alle ore 07 ci sarà il divieto assoluto di somministrare e vendere per asporto bevande di qualsiasi natura in bottiglie di vetro o altri materiali il cui utilizzo improprio risulta idoneo a minacciare la incolumità personale, anche dispensate dai distributori automatici.

La somministrazione deve avvenire in bicchieri di carta nei quali le bevande devono essere versate direttamente da chi effettua la fornitura o vendita. Per la vendita delle bevande già confezionate in contenitori in plastica, è imposto l'obbligo, per l'esercente, di procedere preventivamente all'apertura e rimozione dei tappi dei contenitori stessi.

"È fatto altresì divieto di utilizzo di bottiglie di vetro o altri materiali il cui utilizzo improprio risulta idoneo a minacciare la incolumità personale, per il consumo di bevande nelle aree pubbliche e aperte al pubblico. È sempre consentita la somministrazione e la conseguente consumazione di bevande di ogni tipo in contenitori di vetro o di ogni altro materiale, se il consumo avvenga all'interno dei locali e delle aree del pubblico esercizio o nelle aree pubbliche esterne, di pertinenza dell’attività, legittimamente autorizzate all’occupazione di suolo pubblico. In caso di violazione delle suddette disposizioni, è prevista una sanzione che va dai 500 ai 5.000 euro.

Stop al transito pedonale e veicolare con strade affollate

L'altra ordinanza, dispone che dall'1 agosto al prossimo 30 settembre, alcune strade saranno interdette al transito veicolare e pedonale qualora si verifichi un affollamento all’interno di ciascuna area tale da non consentire l’effettuazione dei servizi di polizia. Si tratta di piazza Sant’Anna: via Lattarini/Piazza Sant’Anna, piazza Sant’Anna/Via Cagliari, piazza Croce dei Vespri/Piazza Aragona, piazza Croce dei Vespri/Vicolo Valguarnera. Gli accessi e deflussi a Piazza Sant’Anna nei punti sopra indicati saranno individuati secondo le indicazioni stabilite in sede tecnico operativa. Il provvedimento è per i giorni 1, 6, 7, 8, 13, 14, 15, 20, 21, 22, 27, 28, 29 agosto e 3, 4, 5, 10, 11, 12, 17, 18, 19, 24, 25, 26 settembre 2021 dalle 18 alle 24.

Stesso provvedimento per piazza Magione: via Rao angolo Via Pardi; via Filangeri angolo Via Rao, vicolo Caccamo all’Alloro, via dei Risorti angolo Via della Vetreria, via della Vetreria angolo Via dello Spasimo, Via Castrofilippo angolo Via Riso; Via Riso angolo Via della Vetreria e Via Magione angolo Via Botta. Gli accessi e deflussi a Piazza Magione nei punti sopra indicati saranno individuati secondo le indicazioni stabilite in sede tecnico operativa. Il provvedimento è dall'1 agosto al 30 settembre 2021 dalle 18 alle 04.

Stop al transito anche al Mercato della Vucciria: Via Maccheronai/Piazza San Domenico (accesso); Discesa Caracciolo/Via Roma (accesso);  Via Pannieri/Corso Vittorio Emanuele (accesso); Vicolo Mezzani/Corso Vittorio Emanuele (accesso); Via Argenteria/Vicolo Paterna (deflusso); Via dei Coltellieri/Vicolo della Rosa Bianca (deflusso); Vicolo Mezzani/Via dei Frangiai (deflusso) nei giorni 1, 6, 7, 8, 13, 14, 15, 20, 21, 22, 27, 28, 29 agosto e 3, 4, 5, 10, 11, 12, 17, 18, 19, 24, 25, 26 settembre 2021, dalle 18 alle 04.

Resta sempre consentita la possibilità di accesso e deflusso agli esercizi commerciali legittimamente aperti nel rispetto delle norme anticovid e del divieto di assembramento. Le sanzioni vanno dai 400 ai 1.000 euro.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X