stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Video Cronaca Caos vaccini e file sotto la pioggia alla Fiera di Palermo

Caos vaccini e file sotto la pioggia alla Fiera di Palermo

Continuano i disagi per chi deve vaccinarsi alla Fiera del Mediterraneo di Palermo. Agli over 80 e ai soggetti vulnerabili, oggi pomeriggio, dopo l'ok di Ema ed Aifa alla somministrazione del vaccino Astrazeneca, si sono uniti nuovamente i settantenni e i docenti.

File lunghissime si sono registrate per tutta la mattinata all'hub e la situazione non è migliorata con il passare del tempo anzi, nel pomeriggio, come si vede dal video da Mariano Bonaccorso (un lettore di gds.it che ha inviato una email a redazione@gds.it) la gente in coda è aumentata e, complice la pioggia, l'attesa è divenuta ancor più estenuante. Gente con problemi fisici, anziani in fila diverse ore, al freddo e sotto una fitta pioggia, cittadini sconfortati e rassegnati hanno atteso il proprio turno. Il commissario per l’emergenza Covid in provincia di Palermo, Renato Costa, ha reso noto che "tutti gli utenti che abbiamo ricontattato per la vaccinazione con le dosi AstraZeneca si sono presentati e abbiamo fatto regolarmente le inoculazioni". Nessuna defezione, dunque, ma tantissima gente presente in fila.

Una situazione che però dopo gli ultimi tre giorni è divenuta insostenibile e oggi pomeriggio, il sindaco di Palermo, Leoluca Orlando, ha inviato una nota a Renato Costa, e alla direttrice generale dell’Asp di Palermo, Daniela Faraoni, con la conferma la "disponibilità della Protezione civile comunale" e l’invito a "valutare ogni possibile forma di coinvolgimento e supporto da parte dell’amministrazione comunale in ogni sua articolazione per far fronte alle necessità emerse in queste ore ed alleviare le criticità riscontrate dai cittadini."

Orlando afferma di essere "conscio delle difficoltà organizzative connesse al servizio, in particolare quello rivolto ai soggetti fragili e fragilissimi, sia per la oggettiva situazione di emergenza, sia per le generali incertezze legate all’andamento della campagna vaccinale a livello nazionale ed europeo". Allo stesso tempo, il sindaco ritiene che "l'esperienza del drive through alla Fiera sia stata fino ad ora un’eccellenza delle attività di screening e prevenzione legate al Covid-19, sia per l’altissimo numero di cittadini cui è stato effettuato il tampone sia per l’esempio di proficua collaborazione fra soggetti istituzionali di diverso livello".

Chiede un cambio di rotta il segretario generale Cisl Palermo Trapani Leonardo La Piana: "È evidente ormai da giorni che non si può proseguire soltanto in Fiera data l’enorme mole di prenotazioni, non si possono fare attendere le persone per strada per ore, evidentemente bisogna distribuire il flusso anche in altri siti, meglio al chiuso da utilizzare in aggiunta alla Fiera".

"Sappiamo - aggiunge La Piana - che gli operatori sanitari dell’Asp, i volontari della Protezione civile che lavorano in Fiera stanno dando il massimo senza sosta, li ringraziamo, ma non si può non notare una cattiva organizzazione che grava sui più fragili. Si organizzi diversamente questo calendario di vaccinazione trovando hub adeguati".

© Riproduzione riservata

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X