stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Video Cronaca Condannati ma col reddito di cittadinanza: "Mafia senza scrupoli a discapito dei più poveri"

Condannati ma col reddito di cittadinanza: "Mafia senza scrupoli a discapito dei più poveri"

Condannati per mafia ma col reddito di cittadinanza. Denunciate a Palermo 145 persone, scoperte dalla guardia di finanza. Per tutti l'accusa è truffa aggravata per il conseguimento di erogazioni pubbliche ed all'Inps.

Il caso è emerso da un'indagine dei finanzieri del comando provinciale del capoluogo siciliano che hanno individuato 145 persone con precedenti condanne per mafia che avevano percepito o ancora incassavano il reddito di cittadinanza non avendone diritto.

In questo video di Marco Gullà, le interviste ad Antonio Quintavalle Cecere, comandante provinciale delle Fiamme gialle e ad Alessandro Coscarelli, il comandante del Gruppo di Palermo della Finanza.

"La scoperta è stata possibile grazie alla collaborazione con l'Inps - spiegano -. Ancora una volta il quadro che viene fuori è quello di una mafia che non ha scrupoli e che, in questo caso, si appropria di sussidi destinati a gente bisognosa, andando ad incidere sulle risorse statali".

© Riproduzione riservata

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X