stampa
Dimensione testo

Calcio

Home Video Calcio Palermo in ritiro, Boscaglia: "Impatto buono nonostante il lungo stop"

Palermo in ritiro, Boscaglia: "Impatto buono nonostante il lungo stop"

Dopo la presentazione della settimana scorsa, torna a parlare il tecnico del Palermo, Roberto Boscaglia. L’allenatore rosanero - in una conferenza stampa in streaming per le misure anticovid - fornisce le sue prime impressioni dal ritiro di Petralia: “L’impatto è stato buono così come è normale che sia, abbiamo iniziato bene - dice Boscaglia - è naturale che ancora siamo in pochi e che la squadra vada completata, i giocatori non sono in ottime condizioni perché veniamo da un lungo stop. Dobbiamo ricompattare i reparti e sono sicuro che presto lo si farà e anche bene, questo è molto importante perché comunque si viene da un periodo lungo di inattività. Ritrovare il campo tutti insieme credo sia un ottimo punto di partenza".

Poi aggiunge: "Per quanto riguarda la squadra posso dire che non è completa, ma lo sappiamo tutti e per questo dobbiamo dare tempo alla dirigenza di completarla. Non dobbiamo avere fretta di farlo, miriamo a giocatori che vogliano sposare questo progetto e quindi serve stare tranquilli e non acquistare tanto per farlo. Sappiamo che non c’è tantissimo tempo, ma serve fare con calma perché servono giocatori di un certo tipo. La società sa che la rosa non è completa, ma sono tranquillo perché ho due persone che lavorano in maniera straordinarie e mi fido di loro”.

Argomento centravanti: “Penso ad un centravanti che crei spazi e rifinisca, poi ci sono giocatori che eccedono in una caratteristica più che in un’altra. Devono saper difendere quando non abbiamo la palla e saper far gol. Palazzi? Il ragazzo lo aspettavamo a Palermo e penso che tra due giorni sarà qui a Petralia, il tempo di fare il tampone. Nella migliore delle ipotesi lo vedremo qui stasera perché a Monza ha fatto sia il sierologico che il tampone”.

Oggi intanto per il Palermo secondo giorno di allenamenti a Petralia. In mattinata, il lavoro della squadra è iniziato con una fase fisico-atletica con il preparatore Nastasi, prima di passare ad una serie di esercizi per prendere sempre più confidenza con la palla (sia con le mani che con i piedi), lavorando su velocità, controllo e possesso.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X