Palermo, Orlando chiede chiarezza. Tuttolomondo: "Evitato il fallimento"

Ore convulse ieri sera in viale del Fante con il giallo sull'iscrizione del Palermo calcio in Serie B. Dopo che la società ha presentato alle 23,59 via Pec la fideiussione con il rischio che i rosanero possano dire addio al campionato, è arrivato un comunicato del sindaco di Palermo che chiedeva spiegazioni.

"La città e i tifosi hanno il diritto di sapere cosa sta succedendo e le ragioni della eventuale mancata iscrizione al campionato di calcio di serie B. È una situazione di grande confusione -  sta scritto nella nota - alla quale speravamo di non dovere più assistere soprattutto dopo che il Comune aveva dato anche rassicurazioni sulla disponibilità dello stadio "Barbera". Ci auguriamo che - conclude - questa confusione non si trasformi in una ennesima beffa e in un ennesimo danno per il calcio a Palermo."

Pronta la replica di Tuttolomondo: "Voglio dire ad Orlando che il Palermo calcio era presumibilmente fallito qualche mese fa, adesso è vivo e vegeto. Ha tutte le condizioni per l'iscrizione - ha precisato -. Gradirei che il signor primo cittadino e tutte le istituzioni formassero una specie di cordone sanitario attorno alla società visto che la proprietà, come ha dimostrato, sta facendo di tutto nel rispetto della normativa".

© Riproduzione riservata

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X