TURISMO

Palermo compete con Venezia nel ponte pasquale, Orlando: "Impatto positivo su cultura e accoglienza"

di

Palermo si conferma tra le città d'arte italiane più visitate per il "megaponte" di Pasqua, tra il 25 aprile e il 1 maggio. Secondo uno studio dell'istituto Piepoli quasi un quarto gli italiani che stanno facendo una vacanza in questo periodo, precisamente il 22%, con una durata media superiore a tre notti e quindi quattro giorni. Le mete preferite sono città d'arte "tradizionali" come Roma, Firenze e Venezia ma anche Palermo, Napoli, Lecce e Matera.

Il sindaco di Palermo, Leoluca Orlando, ha commentato con orgoglio i dati diffusi da Confturismo sulla base di uno studio fatto dall'Istituto Piepoli: "Fra Pasqua e il Primo maggio, Palermo terza città d'Italia per presenze di turisti italiani, dopo Roma e Firenze. Un nuovo risultato che onora tutti noi e ci impegna a fare ancora di più e meglio. Il turismo sempre più numeroso è una straordinaria risorsa per il lavoro, l'economia, lo sviluppo".

Un dato confermato dagli arrivi previsti al porto e all'aeroporto, con un netto incremento rispetto agli anni scorsi.

"Palermo che ‘compete’ con Venezia, sia pure per alcuni giorni è già di per sé una notizia – commenta ancora il sindaco - È la prova di come lo straordinario anno di Palermo Capitale della Cultura e di Manifesta abbia segnato profondamente e in positivo l'immagine della città a livello nazionale ed internazionale. È la conferma che Palermo capitale delle Culture e capitale dell'accoglienza si afferma sempre più come un brand che dobbiamo difendere, promuovere e valorizzare".

Sempre secondo i dati diffusi a da Confturismo nei giorni scorsi a livello europeo si comporta molto bene Madrid, seguita da Barcellona, Parigi, Londra e Praga. Perciò che riguarda i viaggi a lungo raggio, si distinguono l'Egitto-Mar Rosso e i Caraibi, in particolare Cuba. La principale motivazione di viaggio è quella di visitare musei, monumenti o mostre ed è per questo motivo che sono proprio le città d'arte che concentrano il 45 per cento delle preferenze. Quasi un terzo degli italiani che sono partiti in questo periodo  sono andati  invece al mare. L'analisi dell'indice mensile di fiducia del viaggiatore italiano elaborata da Confcommercio-Confturismo, insieme all'Istituto Piepoli, riporta nel mese di marzo un indice positivo per un valore pari a 64 punti, in leggera discesa rispetto al mese precedente, ma sempre sui valori massimi per quanto riguarda il terzo mese dell'anno.

Un ultimo focus riguarda i viaggi in aereo. Oltre 150 milioni di passeggeri hanno volato lo scorso anno in Italia e dall'analisi si evidenzia che quasi due italiani su tre hanno fatto almeno un viaggio in aereo all'anno. In particolare oltre il 50 per cento dei giovani ha fatto più di un viaggio all'anno ed è proprio questa categoria quella che prende più spesso l'aereo per i suoi viaggi.

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X