stampa
Dimensione testo
SERIE A2 SUD

Pallanuoto, il TeLiMar Palermo conquista la vittoria a Messina: battuto il Cus Unime 12-9

telimar palermo messina, Zoran Mustur, Palermo, Sport
Zoran Mustur, allenatore TeLiMar

Il TeLiMar torna alla vittoria nella settima giornata del Campionato Nazionale di Pallanuoto Maschile di Serie A2 Sud e lo fa in casa del CUS UniMe. Alla cittadella universitaria finisce 12-9 per gli uomini di Mustur che rimontano lo svantaggio iniziale e riescono a controllare l’intero match, dimostrandosi sempre più un gruppo che sta proseguendo il suo lavoro per arrivare ai play-off.

Sbloccano il risultato i padroni di casa con un tiro di Steardo che, rimbalzato sull’acqua, beffa Lamoglia per l’1-0 a 6’04. Il primo parziale riserva poche emozioni, con le due squadre a studiarsi e a provare ad infilare la rete avversaria con non troppa convinzione.

Tutto un altro TeLiMar in avvio del secondo parziale, con Fabiano che da posizione defilata riporta il punteggio in parità a 6’53. Il Club dell’Addaura passa in vantaggio con Giliberti su uomo jn più a 6’03 e prova l’allungo con un forte tiro di Fabiano a 5’26. Il CUS è in partita e riduce il gap con Sacco che segna in diagonale la rete del 2-3. Risponde il Circolo del Presidente Marcello Giliberti con Tabbiani a 1’39 a cui ribattono subito i messinesi con il capitano, Raffaele Cusmano, per il 3-4 a 47”. Il secondo tempo si chiude sul 3-5 grazie al goal di Migliaccio arrivato a 6” dalla sirena.

La seconda metà di gioco vede i ragazzi allenati da Zoran Mustur allungare ancora con un forte tiro centrale di Giliberti a 5’57 e con la rete di Migliaccio su assist di Saric a 5’17 per il 3-7. I padroni di casa reagiscono e tentano la rimonta con Klikovac, che a 4’49 riesce a liberarsi dei marcatori, con una palomba imprendibile di Parisi a 4’05 e con lo stesso Klikovac che beffa la difesa palermitana, convinta di aver recuperato la palla, a 2’33 per il 6-7. Il TeLiMar non ha mai perso il controllo del match e lo dimostra la rete di Fabiano arrivata in superiorità a 1’52 per il 6-8. Gli uomini di Naccari provano a rifarsi sotto con Steardo in controfuga a 1’01, ma il parziale si chiude con il TeLiMar in vantaggio di 2 reti, 9-7, per la rete di Giliberti su uomo in più a 4” dalla fine.

Nell’ultimo parziale partono bene gli ospiti con Galioto per il 7-10 a 5’53, ma rispondono i padroni di casa con Klikovac in superiorità per l’8-10. La classe di Saric di vede a 3’10 dal termine, con il TeLiMar che in superiorità si porta sull’8-11. Le speranze dei messinesi sono ancora vive, seppur flebili, a 1’37, quando Cusmano trasforma un rigore assegnato per fallo di Migliaccio. È Saric a fissare il risultato sul 9-12 con un tiro morbido dalla distanza sullo scadere del match.

"Anche stavolta abbiamo sprecato qualche occasione, permettendo agli avversari di ripartire", ha detto a fine gara Zoran Mustur, allenatore TeLiMar. Però, alla fine dei conti, ciò che conta sono i 3 punti e il buon gioco prodotto. Abbiamo sempre avuto il match in mano nostra. Tutti hanno giocato bene, anche chi fino ad ora ha avuto meno spazio. Questo è segno del lavoro che stiamo facendo da settembre. Pian piano è sempre più delineata la squadra che saremo tra un paio di mesi. Il campionato è ancora lungo e difficile; l’importante è - conclude - non perdere di vista l’obiettivo play-off".

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X