stampa
Dimensione testo

Politica

Home Politica Palermo verso lo stop dei servizi socio-assistenziali: lo denuncia la Lega
COMUNE

Palermo verso lo stop dei servizi socio-assistenziali: lo denuncia la Lega

Marianna Caronia, Palermo, Politica
Marianna Caronia

Si va verso il blocco totale dei servizi socio-assistenziali svolti da diversi enti del terzo settore per il Comune di Palermo, dopo che quest'ultimo ha unilateralmente deciso di sospendere, almeno fino a giugno, tutti i pagamenti per servizi già svolti e di pagare i debiti in misura ridotta almeno del 20%. A segnalarlo è Marianna Caronia, consigliere comunale e deputato regionale della Lega.

«Una situazione gravissima - si legge in una nota - per cui decine di cooperative e associazioni, che svolgono servizi in convenzione a seguito di bandi pubblici, potrebbero già nei prossimi giorni interrompere ogni servizio vista l'assenza di copertura finanziaria certa a fronte delle ingenti spese. Una decisione drastica ancor di più probabile dopo che è saltato l'incontro previsto per oggi fra cooperative e Ragioniere Generale del Comune».

Gli enti interessati sono quelli del cosiddetto «privato sociale» che garantiscono la gestione di comunità per donne vittime di violenza, per minori allontanati dalle famiglie con provvedimenti della Procura Minorile o amministrativi, per madri con bambini in condizioni di fragilità sociale, per persone con handicap.

Un mondo di servizi che a Palermo interessa migliaia di persone fragili, socialmente e/o economicamente che già la prossima settimana potrebbero essere del tutto abbandonate a se stesse visto che per cooperative e associazioni è divenuto impossibile garantire i servizi richiesti che non hanno più una copertura finanziaria. Una situazione che Marianna Caronia definisce «esplosiva» sul fronte della conflittualità sociale, «sia per gli aspetti occupazionali sia per quelli che attengono i soggetti assistiti, che credo vada in ogni modo prevenuta ed evitata».

Motivo per il quale il consigliere e deputato regionale della Lega ha scritto ieri una nota al Prefetto Giuseppe Forlani con cui ha chiesto un «tavolo di confronto fra tutte le parti in causa, anche eventualmente coinvolgendo i competenti uffici del Ministero dell'Economia e delle Finanze».

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X