stampa
Dimensione testo

Politica

Home Politica Coronavirus, Fials Palermo: "l'Asp eroghi gli incentivi come hanno fatto le altre aziende"
IL COMUNICATO

Coronavirus, Fials Palermo: "l'Asp eroghi gli incentivi come hanno fatto le altre aziende"

L’Asp di Palermo eroghi subito ai dipendenti un premio per l’attività svolta durante l’emergenza coronavirus, così come ha già fatto l’Asp di Siracusa”. Lo chiede la Fials Palermo che in una nota spiega le modalità con le quali altre aziende sanitarie sono riuscite a premiare gli operatori sanitari per gli enormi sacrifici a cui si sono sottoposti durante la pandemia.
“A Siracusa  - dice la segreteria provinciale della Fials Palermo - la Direzione aziendale grazie al lavoro del direttore Ficarra ha usato quota parte del fondo produttività in dotazione alla direzione generale per pagare l’indennità a mille dipendenti. A Palermo invece non è stato ancora distribuito nessun incentivo al personale sanitario che ha operato presso covid hospital, aree di emergenza e ha lavorato in prima linea contro il coronavirus. L'Asp di Palermo – spiega la Fials - ha ricevuto dall'assessorato Sanità un acconto pari a 160 mila euro ed è in condizione di creare un fondo premiante per incentivare tutti quei lavoratori che continuano a svolgere turni spesso massacranti, anche di 12 ore consecutive, come infermieri e tecnici di radiologia, fisioterapisti, autisti, oss. Tutto questo nonostante le rassicurazioni dello scorso 5 agosto quando la Direzione sanitaria ha assicurato il pagamento come imminente delle prestazioni aggiuntive a tutto il personale impegnato nell’emergenza Covid. Chiediamo la convocazione urgente per trovare soluzioni idonee ad assegnare il meritato premio ai lavoratori. In caso   contrario saremo costretti a proclamare lo stato di agitazione”.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X