stampa
Dimensione testo

Politica

Home Politica Mafia, chiesti 5 anni per voto di scambio al sindaco di Alimena
PROCURA

Mafia, chiesti 5 anni per voto di scambio al sindaco di Alimena

Alimena, Giuseppe Scrivano, Palermo, Politica
Giuseppe Scrivano - Alimena

La Procura di Palermo ha chiesto la condanna a 5 anni di carcere per il sindaco di Alimena, Giuseppe Scrivano, accusato di voto di scambio politico mafioso. Indagato nell’inchiesta Argo che disarticolò i clan di Bagheria avrebbe comprato i voti della cosca in occasione delle elezioni regionali del 2012.

Dall’indagine è emerso che avrebbe chiesto l'appoggio elettorale in cambio di soldi a esponenti di spicco della cosca di Bagheria come Carmelo Bartolone che avrebbe anche incontrato. A carico dell’imputato, rieletto sindaco nonostante l'accusa di voto di scambio e un processo in corso per peculato a Termini Imerese, ci sono una serie di intercettazioni e riprese video che confermerebbero i rapporti con gli uomini d’onore.

Nell’indagine è finito anche Michelangelo Lesto che è già stato condannato a sette anni. Contro Scrivano sono parte civile il comune di Alimena, che si è e costituito quando era in carica il precedente sindaco, il comune di Bagheria, Sicindustria e il centro La Torre difesi dagli avvocati Francesco Cutraro ed Ettore Barcellona. ANSA

© Riproduzione riservata

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X