stampa
Dimensione testo
CONTRASTI COL SINDACO

Comune di Termini, «cabina di regia» senza il Pd

di
Un organo non istituzionale incaricato di assistere il sindaco nel realizzare il programma elettorale

TERMINI IMERESE. Parte «zoppa» del Pd la «cabina di regia», organo non istituzionale costituito in questi giorni dal sindaco Salvatore Burrafato allo scopo di mettere in atto il programma elettorale con il quale, poco più di otto mesi fa, è stato eletto per il secondo mandato consecutivo.

Un organo composto dai leader della coalizione che lo ha sostenuto in campagna elettorale ma che manca del partito che in assoluto gli ha garantito più voti, grazie ai quali in consiglio comunale vanta ben quattro consiglieri (il capogruppo Carmelo Sacco, il presidente dell’organo consiliare Angela Campagna e i componenti dell’aula Michele Longo e Antonio Urbano).

L’assenza del Pd cittadino sarebbe legata alla non condivisione dei tempi e del metodo utilizzato dal sindaco per istituire l’organo. Una «casella» quindi attualmente vuota, anche se comunque potrebbe anche essere riempita in futuro (magari non tanto lontano) se si appianassero i disaccordi tra il capo della giunta e il partito, del quale egli stesso è tesserato. Si completerebbe in questo caso il quadro della coalizione.

L'ARTICOLO INTEGRALE NELLE PAGINE DEL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X