stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Bimbo ingoia una moneta da due euro, trasferito a Palermo in elisoccorso
RICOVERATO

Bimbo ingoia una moneta da due euro, trasferito a Palermo in elisoccorso

Il piccolo di cinque anni era in vacanza a Caltanissetta con la famiglia, arrivati dagli Usa
Caltanissetta, Palermo, Cronaca
L'ingresso dell'Ospedale dei bambini di Palermo

Un bimbo di 5 anni è finito al pronto soccorso dell’ospedale Sant’Elia di Caltanissetta dopo aver ingerito una moneta da 2 euro.
Il piccolo, che si trovava in vacanza insieme ai suoi genitori, dopo essere arrivato dagli Stati Uniti, è giunto in ospedale impaurito e con salivazione abbondante.
Il medico di guardia al pronto soccorso, Francesco Giugno, si è subito attivato prendendo i parametri vitali al piccolo paziente e contattando lo specialista in otorinolaringoiatria.

In pochi minuti in reparto è arrivata la dottoressa Elisa Tocco che, dopo aver constatato che il bambini saturava bene, lo ha immediatamente sottoposto a una fibroscopia dalla quale è emerso che le vie aeree erano libere ma della moneta non vi era alcuna traccia.

A quel punto i due medici hanno deciso di sottoporre il bimbo a una radiografia del torace dalla quale è emerso che la moneta era ferma nella parte alta dell’esofago. Vista la necessità di sottoporre il piccolo a endoscopia pediatrica è stato disposto il trasferimento all’ospedale dei Bambini Di Cristina di Palermo dove, così come previsto dai protocolli per il trattamento dei pazienti, potrà essere eseguita la procedura in completa sicurezza.

Il trasferimento è avvenuto mediante l’elisoccorso messo a disposizione dalla sala operativa del 118 di Caltanissetta.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X