stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca L'uomo morto in via Roma, a Palermo: nella sua Comiso l'ultimo saluto. Le indagini proseguono
I FUNERALI

L'uomo morto in via Roma, a Palermo: nella sua Comiso l'ultimo saluto. Le indagini proseguono

Palermo, Cronaca
David Salvatore Petriglieri, la vittima

Sono stati celebrati ieri a Comiso i funerali di David Salvatore Petriglieri, il 48enne morto il 30 giugno a Palermo, al Policlinico, dove era ricoverato. Petriglieri era arrivato in ospedale tre giorni prima in gravissime condizioni per un’emorragia cerebrale dovuta ad una caduta durante una lite. L’uomo, che da qualche tempo era nel capoluogo isolano, ha avuto un alterco con altre persone nei pressi di un supermercato in via Roma. Durante la lite è finito a terra, battendo violentemente la testa. In ospedale è stato sottoposto ad un lunghissimo e delicato intervento chirurgico ma non ha mai ripreso conoscenza ed è morto dopo 72 ore.

La notizia della morte di Petriglieri ha fatto il giro di tutta Comiso. L’uomo era molto noto perché in passato aveva gestito un bar, divenuto presto luogo di ritrovo per giovani. Ma quell’attività non era durata a lungo. Di recente era spesso fuori Comiso. Da giovane aveva avuto anche piccoli problemi con la giustizia ma quel passato era ormai alle spalle.

Il rito funebre è stato celebrato nella chiesa di Sant’Antonio dal parroco, don Enzo Barrano. Ad accompagnare il defunto per l’ultimo saluto c’erano i genitori, il fratello, la sorella, numerosi amici. Tutti attoniti per una notizia giunta come un fulmine a ciel sereno e rispetto alla quale ci sono ancora tantissimi interrogativi. Le indagini sono condotte dalla polizia che ha individuato e interrogato alcune persone.

David Salvatore Petriglieri non era sposato. Ora riposa nel cimitero di Comiso, la sua città. Le indagini sono in corso e si fondano, come base di partenza, sulla testimonianza dell'uomo che ha soccorso Petriglieri. Secondo questa testimonianza, due persone, dai tratti nordafricani, lo hanno bloccato in via Roma ed hanno cominciato a discutere con lui. Sono bastati pochi secondi ed è volato un ceffone che ha fatto prima barcollare e poi cadere David. L'uomo ha battuto violentemente la testa a terra. L'ambulanza lo ha portato in ospedale, dove è morto dopo tre giorni.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X