stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Coronavirus, nei mercati storici di Palermo consentite solo le attività nelle botteghe
L'EMERGENZA

Coronavirus, nei mercati storici di Palermo consentite solo le attività nelle botteghe

L'emergenza coronavirus cambia il volto della città e impone nuove dinamiche lavorative anche al Comune di Palermo. La giunta si è riunita oggi telematicamente per stabilire alcuni provvedimenti relativi alla gestione del contrasto alla diffusione del contagio da COVID-19.

Mercati. Preso atto di quanto emerge dal contenuto del Dpcm circa i mercati che devono essere chiusi ad eccezione di quelli unicamente dediti al commercio di alimentari, e tenuto conto delle norme generali di prevenzione e sicurezza prescritte, la Giunta ha confermato quanto già era stato espresso ieri circa la chiusura dei mercati settimanali itineranti. Per quanto riguarda le aree di Ballarò, Capo, via Montalbo e Vucciria, è stato ribadito che possono proseguire quelle attività commerciali la cui tipologia rientra negli allegati 1 e 2 del DPCM emanato stanotte, purché le attività si svolgano unicamente all'interno delle botteghe e nel rispetto delle norme igienico-sanitarie-comportamentali previste. Per quanto riguarda infine i due mercati generali comunali, l'ittico e l'ortofrutticolo, gli uffici coordinati dal Capo di Gabinetto stanno verificando anche con i concessionari le possibilità di mantenimento dell'apertura in ottemperanza al Dpcm, sia sotto il profilo della regolamentazione degli accessi sia sotto il profilo della garanzia di non sovraffollamento degli spazi.

Lavoro a distanza per i dipendenti e riduzione presenza negli uffici. A seguito dell'incontro che si era svolto in mattinata coordinato dal vicesindaco ed assessore al Personale Fabio Giambrone e dall'assessore all'Innovazione Paolo Petralia, la giunta ha preso atto del piano preparato che prevede diversi interventi per ridurre la presenza di dipendenti all'interno degli uffici comunali.

In particolare, il piano prevede che:
- per le prossime sei settimane almeno 1.000 dipendenti per ogni settimana dovranno obbligatoriamente fruire delle ferie residue maturate nel 2019
- da lunedì, circa 2.200 dipendenti avviino la transizione verso il lavoro a distanza dalla propria abitazione. Si tratta di quella parte dei dipendenti per i quali l'accesso al PC è considerato come parte integrante e principale del proprio lavoro. A questi si aggiungeranno circa 250 altri dipendenti che avranno inoltra accesso da remoto, e con protocolli di sicurezza potenziati rispetto agli altri, agli applicativi interni dell'Amministrazione, che richiedono appunti
livelli di protezione maggiore. Si tratta in particolare di coloro che gestiscono flussi informatici di particolare delicatezza, per esempio quelli legati all'emissione dei mandati di pagamento.

"In questo modo - spiegano il sindaco e l'assessore Giambrone - riusciremo a rispettare il dettato del Governo nazionale che impone di non chiudere gli uffici, concentrando l'attenzione su quelli in questo momento essenziali. Allo stesso tempo permetteremo ai dipendenti di continuare a lavorare senza le preoccupazioni che questa situazione
sta determinando in molti. Un grosso ringraziamento va alla SISPI, che pur operando essa stessa a ranghi ridotti per le proprie misure di protezione dei lavoratori, sta svolgendo un importante intervento a settore dell'Amministrazione."

Servizi RAP. La Giunta ha poi affrontato il tema dei servizi della RAP, tenendo conto anche delle indicazioni rivolte a livello nazionale a tutti i gestori di servizi legati ai rifiuti. Dopo l'esecuzione da ieri di interventi di igienizzazione delle sedi stradali, si è disposto che questi procedano e che vengano potenziati, a cominciare dalle aree limitrofe agli ospedali (questa notte Civico e Policlinico), poi il Cervello, Villa Sofia e così via.

I prodotti utilizzati, come è stato assicurato, sono quelli largamente impiegati nel settore specifico e sono conformi all’utilizzo in ambiente urbano. Circa i servizi ordinari, si è deciso di ridurre l'apertura dei CCR, Centri comunali di raccolta, mantenendo aperti dal lunedì al venerdì soltanto quello di via Oreto (dalle 7 alle 13) e di viale de Picciotti (dalle 13 alle 17). Proseguiranno inoltre regolarmente il ritiro domiciliare degli ingombranti e la derattizzazione mentre si procederà ad un potenziamento della igienizzazione dei cassonetti.

La RAP precisa anche che sta assicurando ai propri dipendenti tutti i presidi riguardanti la sicurezza sanitaria anche sulla base dei decreti ministeriali emanati per il contrasto alla diffusione del Coronavirus. Infatti, sono in corso già da oggi le attività di sanificazione dei mezzi aziendali dislocati presso gli autoparchi e le sedi distaccate della RAP. Oltre 700 i mezzi sono che saranno disinfettati ed igienizzati. Stamattina si è intervenuti in quelli ricoverati presso l'autoparco di Partanna, domani sarà la volta dei mezzi presenti presso le sedi Bellolampo, Campisi, Cappuccini, Mozart, Castellotti, Langer. Domenica si interverrà sui mezzi allocati presso l'autoparco di Brancaccio.

"La sanificazione dei mezzi – fa sapere il Direttore Generale della RAP Roberto Li Causi - sarà ripetuta periodicamente nei termini previsti, a tutela della sicurezza e salute dei lavoratori che oggi sono in campo a svolgere un servizio pubblico essenziale particolarmente importante soprattutto in un momento molto delicato come quello odierno".  "Oltre alla sanificazione dei mezzi, come già preannunciato nei giorni scorsi – continua Li Causi – si sta
intervenendo, con un notevole sforzo aziendale, con la sanificazione dei cassonetti e delle zone antistanti nonché con la igienizzazione del territorio comunale”.

I servizi di pulizia straordinaria e di sanificazione hanno caratterizzato anche le sedi aziendali e gli autoparchi nonché le strutture dell’impianto di Bellolampo. Le attività a tutela della salute pubblica saranno nuovamente ripetute con continuità per garantire il giusto livello di pulizia e disinfezione dei luoghi di lavoro.

Nel dare compiuta attuazione alle disposizioni scaturite dai decreti ministeriali e regionali e su invito del Sindaco della Città di Palermo - già da ieri sera - sono iniziate i primi interventi di igienizzazione nei quartieri della Città; si è intervenuti da via Roma, piazza Sturzo, Politeama, Teatro Massimo, Corso Vittorio Emanuele, via Cavour. Stanotte, d’intesa con la Giunta municipale, si interverrà nella zona adiacente il Policlinico e il Civico e, successivamente, sarà data priorità agli interventi da effettuare nelle aree limitrofe di tutti gli ospedali cittadini.

"Tutte le attività intraprese da RAP sono state concertate con l'Amministrazione Comunale - spiega il Presidente della Rap – tra l’altro in data odierna si è tenuta in azienda una riunione operativa, alla presenza dell'Assessore Sergio Marino, del dirigente dell’Ufficio Ambiente Francesco Fiorino del Consigliere di RAP Alessandra Maniscalco e del Direttore Generale di RAP e sono state affrontate tutte le problematiche inerenti la organizzazione del servizio di igiene ambientale nel territorio tese alla salvaguardia della salute dei cittadini e dei lavoratori tutti”.

Mobilità. Alla luce poi delle valutazioni già espresse e chehanno portato a sospendere la ZTL, vista la riduzione del traffico pedonale e considerando che gli spostamenti personali consentiti devono essere effettivamente motivati, la giunta ha deciso di sospendere anche le aree pedonali vigenti nel fine settimana in via Libertà e via Ruggero Settimo "anche con l'obiettivo - spiega il Sindaco - di scoraggiare le persone dall'uscire di casa.". Sempre in tema di mobilità, la Giunta ha chiesto alla'AMAT di redigere un piano di rimodulazione delle corse nell'arco della giornata in modo
da garantire maggiore disponibilità di mezzi lì dove e negli orari in cui è prevedibile maggiore affollamento, "anche se - ha tenuto a precisare ancora una volta Orlando - la cosa migliore per chi non sia costretto è e rimane quella di restare a casa e proteggere sé stessi e gli altri".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X