stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Coronavirus, studentessa rientrata a Partinico da Shanghai: "Trattata come un'appestata"
LA FUGA A MILANO

Coronavirus, studentessa rientrata a Partinico da Shanghai: "Trattata come un'appestata"

Era appena tornata a Partinico da Shanghai, dove frequenta il secondo anno del corso di laurea magistrale in Relazioni Internazionali. Peccato che a Partinico sia riuscita a rimanere veramente poco. La storia è quella di Marika Digato, studentessa di 25 anni, costretta a "fuggire" non solo da Shanghai, per l'epidemia di Coronavirus, ma anche da Partinico, poichè considerata come un pericolo per la salute per i suoi concittadini.

"Ogni giorno mi arrivavano notizie di persone che mi volevano denunciare - racconta -. Mi ha fatto male tutta questa diffidenza e cattiveria. Non uscivo più e non riuscivo più ad essere tranquilla per strada".

La giovane ha preferito dunque trasferirsi per un periodo a Milano, dal fidanzato. Una volta andata via da Partinico ha deciso di scrivere attraverso i social una lettera aperta rivolta proprio ai partinicesi: "Non avrei mai messo a rischio la mia famiglia, i miei amici e il mio fidanzato se io avessi avuto il minimo dubbio di avere qualcosa" ha detto.

L'articolo nell'edizione di oggi del Giornale di Sicilia

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X