IL SALVATAGGIO

Speleologo rimane ferito dentro l'Abisso del Vento ad Isnello, il soccorso alpino impegnato nel recupero

Nuovo intervento di soccorso per uno speleologo rimasto ferito dentro l’Abisso del vento, la grotta in territorio di Isnello, alle pendici di Cozzo Balatelli, che ha uno sviluppo di circa 2 chilometri e una profondità di 220 metri.

Quindici giorni fa le squadre del Corpo nazionale soccorso alpino e speleologico erano state impegnate 12 ore per portare fuori una donna di 42 che si era fratturata una gamba alla profondità di 100 metri.

L’incidente questa volta è avvenuto nel pomeriggio ad una profondità di circa 90 metri mentre l’uomo, originario di Catania, stava compiendo un’escursione con altri 18 compagni che fanno parte di gruppi speleologici della Sicilia orientale.

Dopo essersi ferito, lo speleologo è stato soccorso dai suoi compagni, alcuni dei quali sono risaliti in superficie per chiedere assistenza.

Sul posto si stanno dirigendo i tecnici di soccorso speleologico della X Delegazione Cnsas provenienti da varie città dell’Isola anche per allestire un campo base. Non si esclude, infatti, che l’intervento si possa protrarre per tutta la notte.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X