LA DENUNCIA

Partinico, incendiati due pulmini comunali per disabili

Due pulmini utilizzati per il trasporto di disabili di proprietà del Comune di Partinico sono stati distrutti dalle fiamme. Ne dà notizia il sindaco Maurizio De Luca che accusa: "Solo i vigliacchi colpiscono i più deboli!".

"In attesa delle risultanze investigative ufficiali - aggiunge - un atto così vile, non può non definirsi come un attacco al cuore di Partinico. Serve tutta la forza delle istituzioni per rispondere".

"In questi giorni - sottolinea il sindaco - l'amministrazione comunale sta avviando il piano di risanamento che impone scelte difficili per garantire un futuro a questa comunità, ci stiamo battendo per far uscire la città dal vecchio sistema dei rifiuti e riorganizzare l'amministrazione, rompendo con i vecchi criteri che hanno portato il comune al dissesto finanziario. Abbiamo già trovato segnali intimidatori anche in altri settori dell'amministrazione. Ma questo è veramente inaccettabile. Andremo avanti - conclude De Luca - con maggiore forza. Non l'avranno vinta. Poco dopo aver appreso la notizia, ho chiamato il Presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci".

«Non esistono parole per commentare un gesto così vigliacco: dare alle fiamme i bus per il trasporto dei disabili è un atto di pura malvagità». Lo dice il presidente dell’Ars Gianfranco Miccichè commentando l'incendio dei due bus per il trasporto di alunni disabili di proprietà del Comune di Partinico.

“I bus che sono stati incendiati a Partinico - dichiara Ludovico Gippetto, presidente della Extroart - è un vile atto intimidatorio che non può e non deve passare inosservato. La Extroart metterà in vendita una parte della propria collezione d’arte, tra cui un’opera inedita di Medhat Shafik (leone d’oro biennale di Venezia) per contribuire all’acquisto dei nuovi bus.”

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X