PROSTITUZIONE MINORILE

La condanna di Nicolicchia, il giudice: "Le ragazzine plagiate e usate come merce"

di
prostituzione minorile palermo, Dario Nicolicchia, Palermo, Cronaca
Dario Nicolicchia

PALERMO. Nonostante l’argomento non si presti, il consulente della Procura riesce a mantenersi asciutto e asettico: nelle motivazioni della sentenza che ha condannato Dario Nicolicchia, assieme a otto «clienti» della minorenne da lui venduta per somme comprese fra 20 e 250 euro, il Gup Walter Turturici dà conto del lavoro dell’esperto informatico Giovanni Fulantelli e delle sue analisi di computer, cellulari e altri supporti dell’ex magazziniere part-time.

Spiega cioè come l’imputato si fosse trasformato in manager di tre ragazzine da lui sostanzialmente plagiate, ma lì c’erano soprattutto «4563 immagini e 52 filmati, la maggior parte dei quali relativi alla ragazza», sua ex fidanzatina, sebbene giovanissima.

«Trattasi di materiale foto-video realizzato tra il 18 agosto 2013 e il 5 settembre 2015. In moltissime fotografie lei è parzialmente o completamente nuda e in numerose circostanze è stata fotografata e/o ripresa durante rapporti sessuali, con uomini quasi mai inquadrati».

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X