A Palermo si festeggia San Sebastiano, Lorefice: "Ricordiamo i tanti martiri di questa città"

Anche a Palermo si festeggia San Sebastiano, patrono delle Polizie Municipali d'Italia. Questa mattina si è svolta la celebrazione eucaristica presso la basilica di San Francesco d’Assisi, officiata dall'arcivescovo Corrado Lorefice.

Il comandante Gabriele Marchese ed il vicecomandante Luigi Galatioto hanno fatto gli onori di casa. Nell’omelia Lorefice ha fatto riferimento alla fede di  San Sebastiano martire, condannato a morte dall’imperatore Diocleziano  che aveva in profondo odio i fedeli a Cristo  e poiché diffondeva il cristianesimo tra i funzionari e i militari di corte, ne decretò la condanna a morte, trafiggendolo con le frecce.

Il  contesto di un martirio, è il contesto di chi ha imparato a conoscere il Vangelo – ha continuato Sua Eminenza - S. Sebastiano custodiva il Vangelo come nuovo significato della vita. La testimonianza dei martiri indica la relazione con Gesù ed il Vangelo è la persona di Gesù. I cristiani coinvolti nella giustizia, devono essere facitori di giustizia e non devono avere paura   i quelli che uccidono il corpo perché mai uccideranno l’anima”.

Ha concluso inoltre ricordando “i tanti martiri di una Palermo che sta cambiando e deve continuare a cambiare  in omaggio ai suoi martiri, operando in  rettitudine e giustizia  e vivere per giustizia, fino a soffrire per la giustizia.”

Dopo la messa è seguita presso la Biblioteca Regionale di via Vittorio Emanuele l’inaugurazione della mostra fotografica storica che ripercorre 70 anni di storia del Corpo della Polizia Municipale dalla sua ricostituzione ad oggi. Sarà possibile visitarla con ingresso libero dal 21 al 31 gennaio, dalle ore 9 alle ore 18.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X