Terrorismo, tra i fermati un tunisino che istigava all'Isis: così le navi veloci raggiungevano la Sicilia

I Carabinieri del Ros di Palermo hanno fermato 15 persone nelle province di Palermo, Trapani, Caltanissetta e Brescia, su disposizione della dda del capoluogo siciliano, con l'accusa di istigazione a commettere delitti in materia di terrorismo, associazione per delinquere finalizzata al favoreggiamento dell’immigrazione clandestina e al contrabbando di tabacchi lavorati esteri, ingresso illegale di migranti nel territorio nazionale ed esercizio abusivo di attività di intermediazione finanziaria.

Uno dei fermati è accusato di apologia dell'Isis. Si tratta di un tunisino che istigava al terrorismo, invocava la morte in nome di Allah. Sul suo profilo Facebook sono state trovati video e foto che inneggiavano all’Isis e con immagini di decapitazioni.

 

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X