Mafia a Palermo, fermato il capo della famiglia di Bolognetta: il video dell'operazione

I carabinieri hanno fermato Stefano Polizzi, 63 anni, capo della famiglia mafiosa di Bolognetta sfuggito ieri ai fermi disposti dalla procura nel corso dell'operazione Cupola 2.0.

Il provvedimento riguarda 49 indagati, ieri ne sono stati eseguiti 46. Due persone sono ancora irreperibili. L'uomo è stato rintracciato la notte scora a Bolognetta.

Polizzi è accusato di partecipazione all'associazione mafiosa con l'aggravante delle funzioni direttive e di avere intrattenuto rapporti con Salvatore Sciarrabba. Sono ricercati ancora Giusto Francesco Mangiapane, 42 anni, nato a Ciminna e residente a Villafrati, e Carlo Noto, 52 anni di Misilmeri.

Il fermo segue il 46 provvedimenti eseguiti ieri nei confronti di soggetti ritenuti a vario titolo responsabili di associazione per delinquere di tipo mafioso, estorsioni consumate e tentate, con l'aggravante di avere favorito cosa nostra, fittizia intestazione di beni, porto abusivo di armi comuni da sparo, danneggiamento a mezzo incendio, concorso esterno in associazione mafiosa, risultato di quattro distinti procedimenti penali.

Le indagini hanno consentito di documentare la fase di riorganizzazione in atto all'interno di cosa nostra e della nuova commissione provinciale di Palermo e di arrestare quello che gli inquirenti ritengono essere il "nuovo capo della commissione provinciale", Settimo Mineo, capo del mandamento di Pagliarelli.

 

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X