ORE DI ANGOSCIA

Medico disperso a Corleone, si scava tra i detriti con le pale meccaniche: trovata anche la sua scarpa

di
Medico scomparso corleone, Giuseppe Liotta, Palermo, Cronaca
I vigili del fuoco guidano il drone

Due squadre del corpo nazionale soccorso alpino specializzate negli interventi sono in azione da stamattina nelle Gole Molino Drago, nel Corleonese, per le ricerche di Giuseppe Liotta, il medico palermitano del quale non si hanno più notizie dalla sera del 3 novembre.

E dopo il ritrovamento di alcuni suoi indumenti oggi, in località Ponte Aranci, è stata rinvenuta anche una scarpa, riconosciuta dalla moglie Floriana che è nella zona delle ricerche. L'auto del medico è stata trovata sotto una stradella poco prima del ponticello del Drago.

I tecnici della stazione Palermo-Madonie sono impegnati da domenica nelle zone tra Ficuzza e Corleone, sono stati affiancati prima dai colleghi delle stazioni dell'Etna e oggi dalla squadra forre regionale che ha la sede operativa ad Acireale. La task force, composta da esperti speleologi e rocciatori è specializzata non solo nel soccorso sanitario in forre ma anche in tutte quelle attività di ricerca e soccorso che richiedano competenze specifiche legate alla presenza di acqua.

Otto specialisti del Cnsas, attrezzati con speciali mute e imbracature, si sono calati nelle gole del torrente Frattina divisi in due squadre: una a valle, partendo dal ponte della ferrovia e l’altra a valle alla confluenza con il fiume Belice. Stanno  ispezionando palmo a palmo cascate, strettoie e marmitte alla ricerca di tracce utilizzando anche speciali sonde simili a quelle usate in caso di valanghe. A supportarli dagli argini del torrente ci sono altri nove tecnici.

Sono al lavoro 95 persone tra vigili del fuoco, uomini della protezione civile, del corpo nazionale soccorso alpino e speleologico siciliano, dell'esercito,  carabinieri e polizia.

Al lavoro i vigili del fuoco con pale meccaniche per spostare fango e detriti. Intanto  il personale del nucleo speleo alpino fluviale, nucleo Saf dei vigili del fuoco, continuerà a setacciare le gole del molino drago, calandosi con funi.

I sommozzatori dei vigili del fuoco invece si immergeranno nelle acque del torrente che scorre ancora nelle gole. La zona verrà scandagliata anche con i droni che sono guidati dal personale Sapr dei vigili del fuoco.

Due elicotteri del comando provinciale dei carabinieri di Palermo si alzeranno in volo in giornata.  Il primo partirà alle 11 mentre un secondo alle 15 nel tentativo di trovare tracce del dottore Liotta.

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X