IL RACCONTO

Tragedia di Casteldaccia, il dramma di un superstite: "Mio figlio ha tentato di salvare la sorellina"

«Mio figlio Federico ha tentato di salvare la sorellina. Ma sono morti tutti e due». Nel ricordo di Giuseppe Giordano affiora una scena drammatica nella villetta di Casteldaccia invasa dall’acqua.

«Ho visto - racconta - le vetrate diventare scure, la luce è andata via, uno strato di fango si muoveva sul pavimento. Ci siamo spostati nella stanza accanto. E qui c'era mio figlio Federico che aveva in braccio la sorellina Rachele. Ci penso io, mi ha detto. Poi ho aperto la porta e non c'è stato più scampo».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X