INDAGINI IN CORSO

Palermo, clochard pestato all'alba: in ospedale con tibia e perone fratturati

di

Massacrato a calci e pugni all'alba. Una violenza inaudita, all'improvviso, senza avere nemmeno la forza di difendersi. Un clochard di 45 anni, G.C., di origine rumena, è stato vittima di un pestaggio in corso Vittorio Emanuele a Palermo, sotto il porticato dell'istituto Nautico, dove probabilmente l'uomo aveva trovato rifugio dalla pioggia e dal primo freddo della stagione. Una dinamica ancora da ricostruire, quello che sono certe purtroppo sono le conseguenze: tibia e perone fratturati, echimosi, tumefazioni, la prognosi di 40 giorni e un ricovero al Policlinico.

Le indagini sono affidate ai carabinieri, che sono arrivati in corso Vittorio Emanuele, insieme agli uomini del 118, dopo che è stato lanciato l'allarme. Ancora tutta da chiarire la dinamica: il rumeno da tempo dorme sotto quei portici, con altri due senza fissa dimora.

L'uomo, interrogato dai militari, continua a dire che l'aggressione è stata fatta da ignoti, da gente che lui non conosce, ma i carabinieri stanno indagando anche su un ipotetico "regolamento di conti" da parte di altri connazionali o senza tetto.

 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X