La Camusso a Palermo: "Allarme migranti figlio dell'assenza di leggi per regolare i flussi"

"Da un lato c'è un tema che oramai passa sotto lo slogan di "Restiamo umani",  salviamo vite umane, e poi c'è questa scandalosa scelta di Lodi. Come si fa a utilizzare i bambini come degli ostaggi di una partita che è di un clima del Paese che andrebbe ricondotto a ragionevolezza? E' un allarme che non ha senso, figlio dell’assenza di leggi che regolino i flussi con normalità», flussi di migranti che «ci sono e ci saranno sempre".

Lo ha detto la leader della Cgil, Susanna Camusso, a Palermo parlando del regolamento sui servizi sociali per i bambini voluto dalla giunta Casanova a Lodi, che, di fatto, impedisce ai minori figli di stranieri di accedere alla mensa.

"Tutta la discussione economica del nostro Paese si sta svolgendo dentro una diatriba interna al governo, spesso neanche trasparente dal punto di vista degli obiettivi. Su Alitalia noi ribadiamo quanto detto al ministro - ha continuato la Camusso -. Alitalia è un’opportunità per il Paese, è un asset necessario, è connesso sia alle politiche industriali sia al turismo. È un’azienda in grado affrontare una stagione di sviluppo se si fanno le scelte giuste".

E sul reddito di cittadinanza, la leader della Cgil dice:  "Vorremmo capire cos'è questo reddito di cittadinanza, in questi mesi ha cambiato forma e veste un numero infinito di volte. Abbiamo sentito cose molto discutibili sia sul come comporlo economicamente sia con quali criteri utilizzarlo".

© Riproduzione riservata

PERSONE:

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X