LA KERMESSE

Si inaugura la prima edizione del Festival delle Filosofie, gli eventi a Palermo

Presentata allo Steri di Palermo la prima edizione del “Festival delle Filosofie”.

"Per il nostro Ateneo è motivo di orgoglio patrocinare un'iniziativa che ne interpreta perfettamente la terza missione - ha commentato il Rettore, Fabrizio Micari - in quanto agisce da moltiplicatore delle energie del territorio e vettore di sinergie tra associazioni, amministrazione, istituzioni educative e religiose. Contribuendo allo sviluppo di un brand come il Festival delle Filosofie, in grado di agire anche a Palermo come attrattore culturale e turistico di eccellenza, UniPa contribuisce ancora una volta in modo determinante alla crescita della nostra regione".

Dopo Modena, Carpi e Sassuolo che con la sua kermesse, da oltre quindici anni, colleziona quasi 200 mila presenze, arriva a Palermo il ‘Festival delle Filosofie’, organizzato e promosso dall'Associazione Culturale Lympha con il patrocinio del Dipartimento di Scienze Umanistiche dell’Università di Palermo. La prima edizione partirà sabato 6 ottobre ed in tutto saranno otto appuntamenti che si svolgeranno lungo i quattro weekend del mese.

Pensare la società globale è il titolo che farà da filo conduttore agli incontri che avranno modo di portare il pubblico all’interno di altrettanti luoghi storici, spazi urbani rinati donati alla città: il Conservatorio Alessandro Scarlatti (ex Bellini), l’Orto Botanico, Palazzo Butera, il sagrato della Cattedrale, la sagrestia di San Domenico, il museo Salinas.

Questa prima edizione sarà ‘delle filosofie’, al plurale.

Se infatti non si può ignorare che la filosofia si articola in discipline sempre più specialistiche e autosufficienti, il punto di vista del filosofo è però uno sguardo capace di riconoscere unità dove il senso comune incontra solo distanza e opposizione. A motivo della sua natura unificatrice e al tempo stesso plurale, pertanto, la filosofia è il sapere deputato a cogliere il tempo in cui viviamo.

Cos’è infatti la 'società globale' se non uno scenario in cui la potenza tecnologica di connessione e unificazione tra punti spaziali e temporali anche lontanissimi produce sempre nuove forme di isolamento e opposizione tra individui, comunità, stati?

Pensare la società globale significa allora affrontare la contraddizione di un mondo in cui, per effetto della estrema capacità di connessione, i confini fra le cose e le persone si dissolvono, le nature viventi sembrano trasformarsi le une nelle altre senza però che a ciò corrisponda il sorgere di una coscienza collettiva, di un sentimento di rinnovata appartenenza al mondo.

Nella varietà dei temi in cui il Festival si articola, e nella ricchezza degli spazi urbani che attraversa, la filosofia cerca dunque in primo luogo in se stessa quella forma di 'unità liberante' che caratterizza il vero pensare. E mette la propria richiesta di senso al servizio del mondo globalizzato per ridiscutere concetti come identità, diritti, differenze.

“In questi anni – ha detto l’assessore alla Cultura, Andrea Cusumano – si è creato un network, una collaborazione inter-istituzionale che rappresenta un valore aggiunto, un moltiplicatore di risorse. Il festival è tra quelli finanziati con il recente bando di Palermo Capitale Italiana della Cultura ed è un nuovo nato tra gli appuntamenti di questa città che vorremmo avessero almeno una cadenza biennale”.

Per l'assessore comunale all'Istruzione e alle Politiche giovanili, Giovanna Marano, si tratta di "un appuntamento che sta pienamente dentro il progetto educativo della città di Palermo perché crea occasioni di crescita per insegnanti ed educatori che sono i soggetti chiamati a trasmettere valori e strumenti di analisi della realtà ai più giovani. Ragionare su temi come la società digitale è importante per arginare la solitudine che investe tante nostre ragazze e ragazzi".

Il programma sarà caratterizzato sia da incontri aperti al pubblico che da alcune 'mastercass' alle quali ci si può iscrivere, direttamente dal sito del Festival. Si comincia domani alle 10, presso il centro culturale Biotos con una masterclass condotta da Piero Dominici dal tema molto attuale: 'Rischi e opportunità della società iperconnessa'.

Il Festival delle Filosofie è inserito fra gli eventi finanziati da Palermo Capitale della Cultura e gode del supporto del Comune di Palermo, di GNV, dell'Università degli Studi di Palermo e della Federazione Italiana Club per l'Unesco.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X