POLIZIA

A rischio radicalizzazione, espulso tunisino da Palermo

di
espulsione tunisino da Palermo, rimpatrio tunisino, Palermo, Cronaca
Aeroporto di Palermo

È stato rimpatriato Mohamed Manai, tunisino di 47 anni, appena scarcerato. L'uomo ha scontato una pena di sei anni di reclusione. L'uomo è considerato come persona a rischio di radicalizzazione religiosa.

Manai era arrivato in Italia clandestinamente. Era stato arrestato per rapina e violazione della legge sugli stupefacenti. E proprio in carcere sarebbe avvenuto il processo di radicalizzazione alla religione musulmana.

Il prefetto di Palermo, Antonella De Miro, ha valutato la pericolosità sociale di Manai e la sua propensione a delinquere. Perciò ha emesso nei suoi riguardi un decreto di espulsione dal territorio nazionale. Gli agenti della polizia di stato di Palermo hanno dato esecuzione provvedimento su ordine del questore di Palermo, Renato Cortese.

Il tunisino è stato rimpatriato con un volo partito dall’aeroporto Falcone e Borsellino diretto a Tunisi, da dove non potrà fare rientro nel territorio italiano e su tutta l’area Shengen.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X