Palermo, sequestrata autocarrozzeria abusiva ed inquinante in zona porto

Sequestrata autocarrozzeria abusiva in una traversa di via Francesco Crispi a Palermo. La polizia municipale ha denunciato il titolare dell'attività di carrozzeria, verniciatura ed autolavaggio per violazione dei sigilli e per inosservanza delle norme ambientali.

Gli agenti del Nopa, nucleo di protezione ambientale, dopo gli esposti ricevuti, sono arrivati sul posto,  in via Mt40, e hanno accertato che l'attività era già stata posta sotto sequestro. Erano state sequestrate una cabina forno per la verniciatura e un vano utilizzato come deposito di vernici e solventi. Nel corso del sopralluogo gli agenti hanno riscontrato la rottura dei sigilli apposti in precedenza e la continuazione dell'attività, come se non fosse intervenuto alcun provvedimento.

L’attività veniva svolta in un piano cantinato di 700 metri quadrati, con  poco meno della metà della superficie utilizzata per i lavori di autocarrozzeria e verniciatura, mentre la restante parte era occupata da un’autorimessa per la custodia di veicoli e da un autolavaggio,  da cui le acque reflue venivano convogliate nei tombini della pavimentazione.

Il titolare non è riuscito a dare alcuna autorizzazione necessarie per la conduzione dell’attività. Così è scattato il sequestro e la denuncia all’autorità giudiziaria per le violazioni alla normativa ambientale in merito allo scarico delle acque reflue ed alle emissioni nocive in atmosfera .

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X