DA GDS IN EDICOLA

Mafia, il nuovo pentito a Palermo: pizzo anche su feste rionali e svaghi dei boss

mafia palermo, palermo feste rionali boss, pizzo, Giovanni Lucchese, Palermo, Cronaca

Tutto deve essere fonte di guadagno per Cosa nostra, anche i divertimenti e persino i passatempi degli stessi boss. Lo rivela il neocollaboratore di giustizia Giovanni Lucchese. Dei verbali depositati dai pm di Palermo, oggi torna a parlare il Giornale di Sicilia in un articolo di Sandra Figliuolo, dopo la notizia data ieri in esclusiva.

Su tutto - rivela Giovanni Lucchese - occorre ricavare una tassa (anche esigua) per la mafia, che sia sulle apprezzatissime ed affollatissime feste rionali, con cantanti neomelodici, cibo da strada e fiumi di birra, o da quelle che il nipote del superkiller «Lucchiseddu» chiama «bingate», cioè giocate che gli affiliati farebbero durante le loro feste private.

Un approfondimento sul Giornale di Sicilia in edicola

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X